Medici

Rivoluzione per l’accesso a Medicina: si passa a un periodo “filtro” di sei mesi

Riforma nell’accesso a medicina in Italia: novità in arrivo con l’Introduzione di un periodo filtro di sei mesi per i corsi caratterizzanti

Il sistema di accesso alle facoltà mediche potrebbe subire un cambiamento significativo, con il governo e il Ministero dell’Università e della Ricerca che valutano l’opportunità di introdurre un periodo filtro di sei mesi. Questa proposta è emersa a seguito dello slittamento delle sessioni selettive del 2024 e delle sfide legali contro il sistema del Tolc Med, ideato dall’ex Esecutivo.

L’obiettivo principale di questa possibile modifica è introdurre corsi caratterizzanti durante il periodo filtro, i cui risultati determinerebbero l’ammissione o meno agli studi di Medicina. Questo modello, se adottato, si discosta dal sistema francese con un periodo filtro più breve, offrendo agli studenti non ammessi l’opportunità di recuperare crediti nel caso decidessero di iscriversi a un’altra facoltà.

Advertisements


SCARICA LA TUA TESI


I dettagli di questa proposta saranno definiti nei prossimi mesi attraverso strumenti legislativi, stabilendo il numero e la natura degli esami da superare.

Si sta anche considerando l’opzione di utilizzare facoltà diverse rispetto a Medicina per evitare intasamenti e organizzare in modo efficace i corsi caratterizzanti.

Un punto chiave è che questa novità dovrebbe entrare in vigore tra un anno, dando il tempo necessario per elaborare e implementare il nuovo sistema. La prossima selezione sarà gestita da test i cui quesiti saranno estratti da una banca dati aperta e pubblica, risolvendo così le critiche sollevate dal Tar del Lazio.

Il sindacato Anief mostra favore nei confronti di questa ipotesi, sottolineando che un accesso libero al primo semestre alle Facoltà di Medicina e Chirurgia potrebbe contribuire a superare la carenza di personale specializzato nel settore sanitario, in particolare di personale medico.

Il ministro dell’Università Anna Maria Bernini si è dichiarato disponibile al dialogo con tutte le forze politiche e gli attori coinvolti. Con un iter parlamentare in corso, sembra che le audizioni siano il contesto più opportuno per discutere e definire questa proposta che potrebbe segnare un cambiamento significativo nell’accesso agli studi medici in Italia.

Redazione Nurse Times

Scopri come guadagnare pubblicando la tua tesi di laurea su NurseTimes

Il progetto NEXT si rinnova e diventa NEXT 2.0: pubblichiamo i questionari e le vostre tesi

Carica la tua tesi di laurea: tesi.nursetimes.org

Carica il tuo questionario: https://tesi.nursetimes.org/questionari

Redazione Nurse Times

Leave a Comment
Share
Published by
Redazione Nurse Times

Recent Posts

Non vuole l’aerosol e picchia l’Infermiere

Un violento episodio ha scosso l’ospedale di Battipaglia, con un infermiere che è stato ferito…

14/04/2024

Medici ballano e cantano davanti a un cadavere durante una formazione: è bufera

Indignazione e richieste di azioni disciplinari: comportamento inaccettabile. IL VIDEO Un video shock ha scosso…

14/04/2024

Ecm Fad gratuiti: acquisisci subito 51 crediti formativi per infermieri e altre professioni sanitarie

1. Ecm Fad: Principi base dell’elettrofisiologia e della elettrostimolazione cardiaca Corso disponibile gratuitamente per medici,…

13/04/2024

Reflusso gastroesofageo, linee guida suggeriscono terapia e sfatano miti su certi cibi

Nel mondo quasi il 25% della popolazione e in Italia una fetta stimata tra il…

12/04/2024

Nuovo emendamento: facilitate le assunzioni in sanità per ridurre le liste d’attesa. Mangiacavalli “superare tetti di spesa”

Un emendamento cruciale per una sanità più accessibile: la FNOPI accoglie con favore le nuove…

12/04/2024

Il cervello è “modellato” dalle relazioni sociali: occhio a isolamento e cattive amicizie

L’essere umano è un "animale sociale", programmato dall’evoluzione per interagire con gli altri. E in…

12/04/2024