NT News

Gimbe: infermieri pochi con stipendi da fame, medici tanti, tra i più anziani in Europa

Allarme anzianità e stipendi: la crisi silenziosa dei medici e infermieri italiani

Exposanità Bologna. Si è svolto ieri il convegno “Investire sui professionisti per la tenuta del SSN”, organizzato dalla Fondazione Gimbe, che ha messo in luce una realtà preoccupante: i medici italiani sono tra i più anziani d’Europa e gli infermieri guadagnano significativamente meno rispetto ai loro colleghi internazionali.

Medici italiani: più Vicini alla pensione che al paziente, con stipendi al di sotto della media 

Il presidente della Fondazione Gimbe, Nino Cartabellotta, ha rivelato che il 55% dei medici italiani ha superato i 55 anni di età, una percentuale che suona come un campanello d’allarme per il futuro della sanità nel paese. Nonostante una presenza sul territorio di 4,1 medici ogni mille abitanti, superiore alla media Ocse di 3,7, i medici italiani guadagnano in media 105mila dollari all’anno, cifra inferiore ai 116mila dollari dei loro omologhi Ocse.

Advertisements


SCARICA LA TUA TESI


Infermieri: gli eroi senza quattrini

La situazione degli infermieri è ancora più critica. In Italia, si contano solo 6,9 infermieri ogni 1.000 abitanti, ben al di sotto della media Ocse di 9,9. In termini di retribuzione, gli infermieri italiani guadagnano meno di 40mila dollari all’anno, mentre i colleghi Ocse superano i 50mila dollari.

SSN: quel gigante che barcolla ma non molla (ancora)

Durante l’evento, che ha inaugurato la 23esima edizione di Exposanità, sono stati raccolti importanti contributi, tra cui quello di Sandra Zampa, senatrice Pd ed ex sottosegretario alla Salute, che ha sottolineato l’importanza del Servizio Sanitario Nazionale (SSN) come baluardo di difesa per la comunità. Chiara Gibertoni, direttrice generale dell’Irccs Policlinico Sant’Orsola di Bologna, ha espresso preoccupazione per il progressivo impoverimento del SSN, dovuto a mancati finanziamenti e restrizioni sulle assunzioni.

La battaglia per il futuro del SSN 

L’appello è chiaro: è necessario mobilitarsi per salvaguardare il SSN e garantire che le future generazioni siano protette come quelle attuali. La tenuta del SSN è vista come fondamentale non solo per la salute pubblica ma anche per la coesione sociale del paese.

Conclusioni: un appello alla responsabilità

Un invito a rispolverare il valore del SSN e sulla necessità di un impegno collettivo per preservare uno dei pilastri fondamentali della democrazia italiana. La campagna “Ci sta a cuore il SSN”, lanciata in occasione del 45esimo anniversario del Servizio sanitario nazionale, rappresenta un’opportunità per tutti di contribuire attivamente alla discussione e al sostegno di questo bene prezioso. Chiudiamo con un sorriso amaro e un invito a riflettere: se non ci battiamo per il SSN, chi lo farà?

Redazione Nurse Times

Articoli correlati

Scopri come guadagnare pubblicando la tua tesi di laurea su NurseTimes

Il progetto NEXT si rinnova e diventa NEXT 2.0: pubblichiamo i questionari e le vostre tesi

Carica la tua tesi di laurea: tesi.nursetimes.org

Carica il tuo questionario: https://tesi.nursetimes.org/questionari

Redazione Nurse Times

Leave a Comment
Share
Published by
Redazione Nurse Times

Recent Posts

Tutela della maternità: perché il nostro Paese è al tramonto

In tema di tutela della maternità l'Italia è indietro rispetto ad altri Paesi europei. Da…

23/05/2024

Ferite diabetiche: allo studio nuova terapia rigenerativa

Un team di ricercatori della Icahn School of Medicine del Mount Sinai di New York ha progettato…

23/05/2024

Bimbo di tre giorni morto per presunta infezione batterica a Napoli: disposta l’autopsia e indagati tre medici

E' stata disposta l'autopsia sul corpo del bimbo di soli tre giorni nato in una…

23/05/2024

Infermiere picchiato brutalmente a Pescia (Pistoia): condannato il giovane aggressore

Un'aggressione agghiacciante, risante al 2020, ma ancora viva nella mente di Marco Guarascio, all’epoca infermiere al Pronto soccorso…

23/05/2024

Donazione di fegato a 86 anni: atto di altruismo all’ospedale Giovanni Paolo II di Ragusa

Un grande gesto di altruismo ha avuto luogo all’ospedale Giovanni Paolo II di Ragusa, dove…

23/05/2024

Attacco missilistico devasta Pronto soccorso: scene strazianti a Gaza

A Gaza, dopo un devastante attacco missilistico che ha colpito il Pronto soccorso, è stato…

23/05/2024