NT News

Tavolo regionale per l’autismo in Puglia, Galante (M5S): “Bene la nomina dei componenti. Auspichiamo la convocazione a breve”

“La riattivazione del Tavolo regionale per l’autismo rappresenta un passo importante per risolvere le criticità del Regolamento 9/2016, che disciplina la rete assistenziale per i disturbi dello spettro autistico, e garantirne finalmente l’attuazione, visti gli aspetti innovativi in esso contenuti. Auspichiamo ora che, come richiesto più volte dalle famiglie, l’assessorato alla Sanità della Regione Puglia convochi al più presto una riunione del Tavolo, che ha tra i suoi compiti quello di offrire pareri sulla programmazione delle azioni attuative del Regolamento,ma anche quello di monitorare con cadenza semestrale lo stato dei servizi e ascoltare le istanze dei portatori di interesse”. Così Marco Galante, capogruppo del M5S, in seguito all’approvazione nella seduta di Giunta dello scorso 11 aprile della delibera con cui sono stati nominati i componenti del Tavolo regionale per l’autismo in Puglia.

“Al tavolo – prosegue – siederanno anche i rappresentanti del Welfare e della Formazione, perché solo la collaborazione tra più assessorati può portare risultati. È necessario lavorare sulla corretta presa in carico, sulla diagnosi precoce, sull’inclusione lavorativa e sulla collaborazione tra istituti scolastici e rete di assistenza dedicata. Il Tavolo regionale per l’autismo ha il compito di coordinare le azioni da portare avanti a più livelli- Il Regolamento che disciplina la rete assistenziale per i disturbi dello spettro autistico ha infatti spostato la competenza sulle strutture destinate ai soggetti affetti da autismo in capo alla Sanità, ma Welfare e Sanità stanno lavorando insieme per garantire l’integrazione sociosanitaria”.

Advertisements

E ancora: “Parallelamente al percorso portato avanti dal Tavolo serve intervenire sulle strutture per la presa in carico continuativa. Per prima cosa va fatta una ricognizione del fabbisogno, ma per procedere all’aggiornamento dei dati bisogna garantire l’operatività dei moduli già assegnati alle strutture presenti sul territorio. A causa della pandemia è stata eliminata infatti la scadenza del parere di compatibilità, con il risultato che molti moduli già assegnati non sono ancora attivi, e a pagare sono le famiglie, che devono sopperire a questa mancanza di servizi direttamente e con notevoli disagi per i propri figli”.

Conclude Galante: “Presenteremo una proposta di legge per inserire nuovamente un tempo massimo per la validità del parere, perchè è necessario che i moduli siano attivati al più presto. Ciò per poter dare alle famiglie le risposte che attendono dal 2013, ovvero da quando la Regione ha pubblicato le linee guida regionali sull’autismo, serve un approccio interdisciplinare”.

Redazione Nurse Times

Redazione Nurse Times

Leave a Comment
Share
Published by
Redazione Nurse Times

Recent Posts

Infermiere aggredito dal paziente positivo che gli impedisce di mangiare la pizza in P.S.

A farne le spese questa volta un infermiere in servizio presso il pronto soccorso. Il…

30/06/2022

Terremoto all’Ordine dei Medici Roma: AADOSS procede al commissariamento per corruzione

L’Associazione Avvocatura Degli Operatori Sanitari e Socio-Sanitari (AADOSS) gemella dell’Associazione Avvocatura Degli Infermieri (AADI), ha…

30/06/2022

Sanità. AISF – Presentate le nuove linee guida per la steatosi epatica non alcolica (NAFLD) 

"Dal punto di vista diagnostico, abbiamo definito degli algoritmi di triage per identificare i pazienti…

30/06/2022

Emergenza infermieri in Italia: proposte di ripresa e sviluppo della professione

Si è tenuto il 22.06.2022 a Milano presso la Sala Pirelli l'evento organizzato dall'associazione “Orgogliosamente Infermieri”(OMINF) dal…

30/06/2022

Audizione Fnopi in Commissione d’inchiesta sul femminicidio al Senato: 5 proposte per contenere la violenza di genere

Infermieri in prima linea l'odioso fenomeno. La Federazione lancia anche l'allarme anziani. Gli infermieri di…

30/06/2022

Lodi, pubblica il video di un balletto in corsia su TikTok: operatrice trasferita in un altro ospedale

Il provvedimento del direttore generale dell'Asst è motivato dal nuovo regolamento interno sull'uso dei social.…

30/06/2022