Nati prematuri, ritardare di un minuto il taglio del cordone ombelicale riduce rischi di disabilità e morte

Questo il risultato di uno studio condotto da ricercatori dell’Università di Sydney.

Nel suo studio, pubblicato su The Lancet Child and Adolescent Health, un team di ricercatori dell’Università di Sydney sostiene che bastino 60 secondi di attesa prima di tagliare il cordone ombelicale per aumentare la speranza di vita dei nati prematuri. Ritardare di un minuto il taglio, cioè, consente di ridurre del 17% il rischio di disabilità, del 15% quello di una trasfusione e del 30% quello di morte.

Advertisements


SCARICA LA TUA TESI


Il relativo trial, effettuato su 1.500 nati prematuri e durato due anni, è stato coordinato da William Tarnow-Mordi, che spiega: “Pensiamo che ritardando il taglio del cordone ombelicale i neonati riescano a ottenere un maggior numero di globuli rossi e bianchi e di cellule staminali dalla placenta, il che li aiuta a raggiungere un buon livello di ossigeno, a controllare infezioni ed eventuali lesioni ai tessuti”.

La leggera attesa nel taglio del cordone è ormai procedura standard per i nati a termine, ma nei prematuri sussistevano dubbi su cosa fosse meglio fare nell’interesse del bambino. Lo studio australiano mostra che è meglio aspettare. “È veramente raro trovare un intervento con questo impatto che sia a costo zero e non richieda niente di più sofisticato di un orologio

– dichiara Kristy Robledo, che ha condotto l’analisi di follow up –. Questo potrebbe contribuire all’obiettivo Onu, molto disatteso durante la pandemia, di ridurre le morti in età neonatale e infantile”.

E ancora: “Applicato ovunque nel mondo, nei nati molto prematuri che non necessitino di rianimazione di urgenza, tale intervento potrebbe assicurare a 50mila nati prematuri sopravvivano senza grosse disabilità nella prossima decade. In altre parole, ogni 20 nati molto pretermine su cui si ritardi il taglio del cordone, uno in più sopravvivrà senza soffrire di grosse disabilità”.

Redazione Nurse Times

Redazione Nurse Times

Leave a Comment
Share
Published by
Redazione Nurse Times

Recent Posts

Ferie retribuite: la Cassazione conferma il diritto a una retribuzione ordinaria completa di indennità accessorie

Una recente sentenza della Corte di Cassazione, sezione lavoro, ha stabilito che la retribuzione delle…

24/05/2024

ASP Forlivese: selezione per soli titoli per 3 posti di Infermiere

Avviso pubblico di selezione per soli titoli per urgente formazione di un elenco da utilizzare…

24/05/2024

L’Asl Barletta Andria Trani assume Oss a tempo determinato

Manifestazione di interesse per il conferimento di incarichi di lavoro subordinato a tempo determinato con…

24/05/2024

Riparazione delle ossa, peptide promette bene come nuova terapia

Un team di ricercatori della University of Birmingham ha dimostrato che PEPITEM (Peptide Inhibitor of Trans-Endothelial…

24/05/2024

Morti evitabili in aumento negli ospedali italiani

Aumentano le “morti evitabili” dei pazienti presi in cura negli ospedali italiani. A confermarlo è…

24/05/2024

Locri, aggredirono due sanitari in Pronto soccorso: dovranno rispondere di violenza e minacce

Un 42enne e un 24enne accusati di violenza e minacce nei confronti di due sanitari…

24/05/2024