Notizie primo piano

Ictus, un piccolo scanner CT su ambulanze ed elisoccorso per agevolare la diagnosi rapida

Diagnosi di ictus: la società di Adelaide Micro-X (MX1) ha iniziato a sviluppare un piccolo scanner cerebrale CT che può essere montato su ambulanze ed eliambulanze


Il dispositivo consentirà ai paramedici e alle squadre di soccorso la diagnosi e quindi iniziare a trattare i pazienti con ictus nella golden hour.

Advertisements


Oggi Micro-X ha firmato un accordo di progetto che sbloccherà $ 8 milioni di finanziamenti da una sovvenzione di $ 40 milioni assegnata all’Australian Stroke Alliance nell’ambito dell’iniziativa Frontier Health and Medical Research del governo australiano.

Il finanziamento contribuirà allo sviluppo dello scanner per le sperimentazioni di imaging dei pazienti nel 2023.

L’importanza della diagnosi rapida: quest’anno, l’ictus colpirà più di 15 milioni di persone in tutto il mondo
Di questi, 5 milioni moriranno e altri 5 milioni saranno disabilitati in modo permanente.

In Australia, ci sono circa 38.000 eventi di ictus all’anno, o più di 100 al giorno.

“La tua migliore possibilità di sopravvivere a un ictus risiede nella prima ora dopo l’attacco, la cosiddetta “Ora d’oro” , ha affermato il professor Stephen Davis, AO, dell’Australian Stroke Alliance.

“Rilevare e iniziare il trattamento entro quel lasso di tempo offre ai pazienti una possibilità molto migliore di sopravvivere e riprendersi con danni cerebrali limitati”, ha affermato.

“Questo scanner ci consentirebbe di determinare il tipo di ictus in pochi minuti e di iniziare il trattamento sulla strada per l’ospedale” , ha affermato Graeme Rayson, Operations Manager, SA Ambulance Service (SAAS).

“Un’unità di ictus aeromedico potrebbe potenzialmente risparmiare ore di tempo per la diagnosi per i pazienti remoti, consentendo ai nostri team di volare in una comunità, scansionare il paziente e iniziare il trattamento immediatamente sull’aereo in rotta verso un ospedale”, Dr Mardi Steere, Direttore Generale Esecutivo dei servizi medici e di recupero, ha affermato il Royal Flying Doctor Service (Central Operations).

Mentre alcuni servizi sanitari dispongono di unità mobili per l’ictus (MSU), veicoli specializzati completamente attrezzati e costruiti su misura che ospitano uno scanner TC convenzionale integrato e personale specializzato per l’ictus acuto, questi costano più di 1 milione di dollari ciascuno e richiedono rinforzi per supportare il peso dello scanner CT più sono dedicati all’imaging dell’ictus.

Questi hanno fornito buoni risultati ai pazienti, ma le dimensioni, il peso, i costi e il flusso di lavoro della tecnologia TC convenzionale significano che gli MSU saranno sempre relativamente rari, in particolare nelle comunità rurali e regionali.

La tecnologia di Micro-X, al contrario, ha il potenziale per trasformare ogni ambulanza in un’ambulanza capace di intervenire con una diagnosi di ictus


“Abbiamo inventato un tubo a raggi X elettronico”, ha affermato Peter Rowland, amministratore delegato di Micro-X.

“È già in uso nelle unità radiografiche mobili nei pronto soccorso ospedalieri e nelle sale di terapia intensiva.

Creeremo un piccolo arco utilizzando alcuni di questi tubi a raggi X brevettati e un rilevatore curvo sviluppato in collaborazione con Fujifilm, per creare uno scanner CT compatto e robusto senza parti mobili che possa essere installato in ogni ambulanza “, ha affermato.

Il progetto è reso possibile grazie alla tecnologia degli emettitori di nanotubi di carbonio (CNT) di Micro-X .

Micro-X ha completato con successo gli studi di imaging iniziali con il Melbourne Brain Centre.

La seconda fase della collaborazione continuerà lo sviluppo e il perfezionamento del dispositivo con l’intenzione di condurre studi di imaging del paziente in circa tre anni.

Micro-X si baserà su rapporti consolidati con Fujifilm, la Johns Hopkins University di Baltimora, USA, il team MADA Monash University Health Collab e il Melbourne Brain Centre presso il Royal Melbourne Hospital. Micro-X sta anche inviando un dipendente alla Johns Hopkins University come candidato al dottorato di ricerca della Flinders University per tre anni.

” Siamo entusiasti di essere in prima linea nello sviluppo di tecnologie che hanno il potenziale per trasformare radicalmente l’assistenza sanitaria per tutti gli australiani “, ha affermato Rowland.

“Questa collaborazione unica pone l’Australia e l’Australian Stroke Alliance in prima linea nella migliore pratica globale nella cura dell’ictus che potrebbe essere adottata come nuovo standard per la diagnosi e la gestione dell’ictus” , ha affermato il professor Stephen Davis, AO, dell’Australian Stroke Alliance.

Fonte: emergency-live

Ultimi articoli pubblicati

Redazione Nurse Times

Leave a Comment
Share
Published by
Redazione Nurse Times

Recent Posts

La dott.ssa Lacerenza presenta la tesi “Donazione di organi a cuore fermo, anche un webinar può salvare VITE”

NurseTimes unica Testata Giornalistica Sanitaria Italiana (Reg. Trib. Bari n. 4 del 31/03/2015) gestita da Infermieri, quotidiano…

06/12/2021

CEPAS certifica insieme ad A.I.C.O. le competenze degli Infermieri di Camera Operatoria

Accordo fra CEPAS (Bureau Veritas) e A.I.C.O. Valorizzata la professionalità d’eccellenza su tutto il territorio…

06/12/2021

Concorso infermieri Puglia: ecco le nostre previsioni

Buone notizie per i 4.282 gli infermieri che hanno superato la prova orale del concorsone…

06/12/2021

Nanotecnologie e neuroscienze per lo sviluppo di protesi ottiche: sinapsi ibrida per curare le distrofie retiniche

Coordinato da IIT, il progetto HyVIS conta su un finanziamento Ue pari a 3 milioni…

06/12/2021

Gli infermieri che combattono eroicamente contro il Covid-19 saranno nel presepe fiorentino anche quest’anno

Anche quest’anno gli infermieri che combattono contro il Coronavirus saranno protagonisti dei presepi fiorentini. Firenze,…

06/12/2021

Roma, eseguito impianto di cellule staminali autologhe su ragazzo affetto da cecità monolaterale

L’Azienda Ospedaliera San Giovanni Addolorata di Roma è, ad oggi, l’unica struttura pubblica del Ssn…

06/12/2021