NT News

Anche Fp Cgil, Cisl Fp e Uil Fpl contro l’attacco dei sindacati medici al Contratto infermieri: “Posizione antistorica”

I dirigenti sindacali Michele Vannini, Marianna Ferruzzi e Salvatore Altieri si uniscono al coro di dissensi nei confronti di Anaao-Assomed e Cimo-Fesmed.

“In un momento come questo, di grande difficoltà per il Ssn e per chi ci lavora ogni giorno, desta una certa sorpresa la presa di posizione dall’odore vagamente corporativo di Anaao-Assomed e Cimo-Fesmed, che invece di occuparsi di cose un po’ più rilevanti per la parte di dirigenza che rappresentano, non trovano di meglio da fare che entrare in fibrillazione per i contenuti della pre-intesa per il rinnovo del Contratto del comparto. Addirittura chiamando in soccorso la Corte dei Conti”. Così Michele Vannini, Marianna Ferruzzi e Salvatore Altieri, segretari nazionali di Fp Cgil, Cisl Fp e Uil Fpl.

Advertisements

Proseguono i tre dirigenti sindacali: “Con il personale stremato da più di due anni di pandemia, con l’esodo dei professionisti, con un problema generalizzato di risorse che mettono a rischio la salvezza stessa del Ssn, impedendo di fatto la stabilizzazione dei tanti precari che lavorano per garantire il diritto alla salute, non da ultimo con un rinnovo contrattuale da conquistare anche per i dirigenti medici e sanitari, il problema di Anaao-Assomed e Cimo-Fesmed è la possibile invasione del sacro recinto delle attribuzioni da parte del personale del comparto. Una posizione che, in ossequio ad una specie di fordismo sanitario che non ha nulla a che vedere con quello che succede nella realtà di tutti i giorni, oltre a non avere alcuna consistenza di merito, è appunto antistorica, perché non fa i conti col fatto che, piaccia o meno, l’evoluzione delle professioni (tutte) non si ferma”.

E ancora: “Nel nuovo Ccnl abbiamo condiviso con le controparti la necessità di costruire un nuovo sistema di classificazione che guardi esplicitamente a una sempre maggiore consonanza degli istituti contrattuali del comparto con quelli previsti nel contratto della dirigenza, peraltro proseguendo un percorso iniziato col precedente Contratto nazionale. È la strada giusta, sulla quale insisteremo, presentando la piattaforma per il rinnovo del Ccnl 2022/2024, occupandoci nel frattempo delle troppe emergenze in atto. Lo faremo a partire dalla manifestazione unitaria del prossimo 29 ottobre (‘Sanità, se non la curi non ti cura’) e dalle rivendicazioni a essa collegate, molte delle quali consonanti con quelle contenute nel recente documento dell’intersindacale medica, convinti come siamo che creare artatamente contrapposizioni classiste fra lavoratrici e lavoratori sia, prima ancora che un’offesa nei confronti di quello che hanno passato e stanno passando in questi mesi, uno straordinario regalo fatto a coloro che, con obiettivi molto evidenti, coltivano un progetto di consistente indebolimento del Servizio sanitario nazionale pubblico e universale”.

Redazione Nurse Times

Redazione Nurse Times

Leave a Comment
Share
Published by
Redazione Nurse Times

Recent Posts

Salutequità: “Da Rapporto CREA giunge allarme disuguaglianze”

Il seguente comunicato stampa evidenzia la necessità di mettere in camponuove politiche per l’accesso alle…

31/01/2023

Protocollo Lilt-Fnopi: infermieri al fianco della Lega italiana per la lotta contro i tumori nella lotta al cancro

Previste azioni di comunicazione, prevenzione, formazione specifica per i cittadini e nelle scuole. Il protocollo…

31/01/2023

Padova, espianto di tessuto ovarico in laparoscopia eseguito su giovane paziente oncologica

Per l'assessore alla sanità del Veneto, Manuela Lanzarin, questo intervento "apre una strada importante per…

30/01/2023

Foggia, l’appello di un’oss del Gruppo Telesforo: “Non paragonateci a chi ha maltrattato i pazienti del Don Uva”

Nella lettera inviata alla redazione di Foggia Today un'operatrice socio-sanitaria chiede rispetto per chi svolge…

30/01/2023

Usl Toscana Nord Ovest, graduatoria bloccata per gli oss vincitori del concorso

Lo scorrimento è fermo per consentire la stabilizzazione degli assunti a tempo determinato durante l’emergenza…

30/01/2023

Prato, anziani maltrattati da infermieri e oss nella ex Rsa: Asl Toscana Centro va risarcita

Lo ha stabilito la Corte di Cassazione a distanza di quasi otto anni dai fatti.…

30/01/2023