Infermieri

La Commissione Nazionale Ecm approva delibera sull’obbligo formativo 2023-2025 e proroga il trasferimento dei crediti

Nella recente riunione dell’8 novembre 2023, la Commissione Nazionale per la Formazione Continua (C.N.F.C.) ha preso importanti decisioni riguardanti l’obbligo formativo per il triennio 2023-2025, fornendo anche un’opportunità di proroga per il trasferimento dei crediti ECM.

L’obbligo formativo per il triennio in questione è stato fissato a 150 crediti formativi, salvo ulteriori esenzioni e decisioni della Commissione nazionale.

Una mossa significativa è stata la possibilità di acquisire crediti formativi relativi al triennio precedente, ovvero il 2020-2022, entro il 31 dicembre 2023, specialmente per eventi conclusi entro la stessa data.

Advertisements


SCARICA LA TUA TESI


Ciò che rende particolarmente interessante questa delibera è la proroga concessa per lo spostamento dei crediti Ecm al triennio 2020-2022, estesa fino al 30 giugno 2024.

Questa decisione mira a consentire ai professionisti di trasferire tutti i crediti maturati entro il 31 dicembre 2023, sia attraverso eventi residenziali che formazione a distanza (FAD). Un elemento chiave da considerare è il periodo di novanta giorni che i Provider hanno per trasmettere i rapporti dei loro eventi all’ente accreditante e al Co.Ge.A.P.S. Pertanto, la data di fine evento del 31 dicembre 2023 non può coincidere con l’effettiva presenza dei crediti nella banca dati del Co.Ge.A.P.S. La C.N.F.C. ha ritenuto necessario concedere un termine congruo per consentire questo spostamento.

In aggiunta, durante la stessa riunione, la C.N.F.C. ha annunciato una riduzione dell’obbligo formativo per i professionisti sanitari che hanno operato nei territori colpiti da emergenze alluvionali nel triennio 2023-2025.

Questa misura riflette la consapevolezza della Commissione nei confronti delle difficoltà affrontate dai professionisti in tali aree e mira a offrire un adeguato riconoscimento della loro situazione.

In conclusione, la delibera della Commissione Nazionale per la Formazione Continua per il triennio 2023-2025 si presenta come una risposta chiara alle esigenze dei professionisti, fornendo flessibilità nei tempi di acquisizione e trasferimento dei crediti formativi, nonché una considerazione attenta delle situazioni di emergenza che possono influenzare determinate aree geografiche.

Redazione Nurse Times

Allegati

Scopri come guadagnare pubblicando la tua tesi di laurea su NurseTimes

Carica la tua tesi di laurea: tesi.nursetimes.org

Redazione Nurse Times

Leave a Comment
Share
Published by
Redazione Nurse Times

Recent Posts

Rinnovo contratto 2022-2024. “Nursing Up al Governo: stanziare almeno 452 milioni, per il raddoppio dell’indennità specifica infermieristica”

Salute, rinnovo contratto Sanità 2022-2024. «Nursing Up al Governo: stanziare almeno 452 milioni, per il…

19/04/2024

Ago da insulina nel polmone: a Perugia 7 medici a processo per la morte di un paziente

Doveva sottoporsi a un intervento al naso. Un intervento apparentemente banale, ma durante la procedura…

19/04/2024

Monza, al via un corso di autodifesa per 120 infermieri

Un corso di difesa personale per infermieri. Lo promuove la questura di Monza e della Brianza, che in precedenza…

19/04/2024

Nola (Napoli), devasta il Pronto soccorso con una spranga di ferro: feriti un infermiere e due guardie giurate

Notte di caos e paura all'ospedale Santa Maria della Pietà di Nola (Napoli), dove il parente…

19/04/2024

Gimbe: infermieri pochi con stipendi da fame, medici tanti, tra i più anziani in Europa

Allarme anzianità e stipendi: la crisi silenziosa dei medici e infermieri italiani Exposanità Bologna. Si…

19/04/2024

Fine vita, il Governo ricorre al Tar contro l’Emilia-Romagna: chiesto l’annullamento delle delibere di Giunta

La polemica sul fine vita, con le regole operative che la Regione Emilia-Romagna si è…

19/04/2024