Giuro di non dimenticare, storie al tempo del Covid

Storie di medici al tempo del Covid raccolte in un libro dal titolo “Giuro di non dimenticare“. Perché non si può scordare il coraggio, la paura e la profonda umanità di chi ha lottato in prima linea per salvare i propri pazienti, i propri colleghi e i propri cari.

Sono 28 le storie, presenta Fnomceo. Il libro è realizzato dal Sindacato Cimo, il Sindacato dei medici, degli odontoiatri e dei veterinari in servizio e in quiescenza che raccoglie in Italia circa 14mila iscritti, nonché primo sindacato medico a costituirsi nel 1946. Il volume è disponibile in diversi formati (cartaceo, kindle, e-book): il ricavato della sua vendita sarà devoluto alla Fondazione Onaosi per opere di assistenza dedicate agli orfani di medici deceduti per il Covid.

Le 28 storie sono state scritte liberamente da altrettanti medici che si sono trovati da un giorno all’altro in prima linea contro la pandemia.

“Con questo libro abbiamo voluto lanciare un segnale forte. Evitare che la pandemia, una volta passata, finisca nel dimenticatoio. E lasciare vivere tutte quelle emozioni e quelle esperienze professionali che possono servire anche per migliorare il

nostro servizio sanitario nazionale, regalando poi un testimone ai giovani colleghi, sotto forma di una staffetta generazionale – afferma il Segretario Generale della Cimo, Guido Quici, in un’intervista all’agenzia Dire – Si tratta di emozioni, riflessioni, di una solitudine che esprime proprio la forza e un impegno professionale che va oltre.L’altro aspetto importante per noi medici è il giuramento d’Ippocrate, che emerge in maniera trasversale da tutti i racconti dei colleghi. Proprio per questo nel libro abbiamo inserito il giuramento d’Ippocrate, il primo del 460 a.C., e il nuovo giuramento fatto e modificato a Bari nel consiglio nazionale della Fnomceo nel 2014. Per noi si tratta di due aspetti fondamentali, due pietre miliari”.
Cristiana Toscano

Leave a Comment
Share
Published by
Cristiana Toscano

Recent Posts

Alla guida dell’ambulanza ci deve essere un autista soccorritore

Sebbene alla guida dell’ambulanza ci debba essere un autista soccorritore, in molti casi ci sono…

6 ore ago

AstraZeneca solo agli over 60, Pfizer o Moderna per il richiamo ai più giovani

A seguito di una "valutazione accurata, scrupolosa e meticolosa di tutte le evidenze di letteratura…

7 ore ago

Nuove patologie dopo il Covid riscontrate in 1 caso su 7

Almeno una nuova patologia che ha richiesto cure mediche durante la fase post-acuta della malattia…

7 ore ago

Protocollo vaccini Fnopi-Fofi: Nursing Up bacchetta la Federazione degli infermieri

De Palma: «Infermieri docenti dei farmacisti vaccinatori: una magra consolazione che acuisce il paradosso e…

10 ore ago

Gli infermieri cederanno le proprie competenze ai farmacisti grazie al protocollo firmato dalla Fnopi

C'è un protocollo d'intesa, appena siglato tra Federazione nazionale degli ordini delle professioni infermieristiche e…

12 ore ago

Nella AUSL Toscana Sud Est il medico competente prescrive all’infermiera di fare l’OSS. L’Aadi fa ricorso

L’Associazione di Avvocatura di Diritto Infermieristico fa ricorso alla AUSL Toscana Sud Est, Presidio ospedaliero…

1 giorno ago