Notizie primo piano

Arrestato medico assenteista: timbrava il badge e poi visitava in nero a domicilio

Accade a Figline (Firenze). Tutte le mattine il medico si presentava puntualmente in ospedale e timbrava il cartellino. Ma poi il medico correva a visitare i pazienti a domicilio intascando l’onorario al nero. L’attività illecita sarebbe andata avanti almeno da due mesi, secondo la Procura. Il dottore di 66 anni in servizio all’ospedale Serristori di Figline è stato accusato di peculato e truffa ai danni dell’Azienda sanitaria che, non sapendo dell’attività di libero professionista privata, gli erogava lo stipendio previsto per l’attività in intramoenia.

Qualche giorno fa, riporta Valentina Marotta sul corrierefiorentino.corriere.it, il gip Antonio Pezzuti ha convalidato l’arresto e disposto gli arresti domiciliati per il professionista che, dopo una notte a Sollicciano, è ritornato a casa.

A far partire l’inchiesta una segnalazione del servizio ispettivo della Usl di Firenze. Ci sarebbero state, infatti, “troppe anomalie”. Il cartellino qualche volta non era timbrato all’uscita. Inoltre, era sospetta anche la presenza del medico in ambulatorio nelle stesse ore in cui era adibito a mansioni amministrative. Così sono partite le indagini dei carabinieri del Nas

. Sono bastati appostamenti e pedinamenti e poi le intercettazione di alcune telefonate per dare conferma al sospetto.

Il medico pur essendo assegnato a mansioni amministrative era abilitato a svolgere visite in intramoenia. Timbrava tutte le mattine, hanno ricostruito le indagini, ma poi dopo aver messo in borsa alcune confezioni di medicinali si allontanava per visitare i malati a domicilio, all’insaputa dei vertici dell’Usl. Il 15 giugno è scattato l’arresto.

Redazione Nurse Times

Leave a Comment
Share
Published by
Redazione Nurse Times

Recent Posts

Studio del cervello: sviluppata una nuova tecnica dall’Università di Firenze

Innovativa tecnica ottica per l’indagine macroscopica ad alta risoluzione. Pubblicazione su Nature Methods a cura…

3 ore ago

CDC: la variante Delta si diffonde con la stessa facilità della varicella e causa disturbi più gravi

La variante Delta del coronavirus, in aumento negli Stati Uniti, sembra causare disturbi più gravi…

3 ore ago

Essere infermieri nell’era post-pandemica: ampliamento degli ambiti di intervento e di attività

Punti di forza e criticità Essere infermieri oggi, nella manifestazione delle diverse funzioni e competenze…

4 ore ago

Rifiutano il tampone, chi sono i no-tamp?

Ad inizio pandemia in molti hanno avuto difficoltà ad abituarsi all'utilizzo quotidiano della mascherina, o…

4 ore ago

Ministero della Salute: Equipollenza certificazioni vaccinali e di guarigione rilasciate dagli Stati Terzi

In merito all’accettazione di certificazioni vaccinali e di guarigione rilasciate dagli Stati Terzi identificati dall’ordinanza…

9 ore ago

Nursing up. Rinnovo contratto infermieri: riconoscere il posto che meritano

Sanità, Infermieri Nursing Up De Palma: «Vogliamo finalmente un alveo di contrattazione per le elevate…

10 ore ago