NT News

Aggressioni al personale sanitario: medici e infermieri di Firenze e Pistoia chiedono interventi urgenti

Ecco le preoccupazioni e le proposte dei due Ordini professionali

Firenze, 12 gennaio 2024 – «Sono in crescita negli ultimi anni le aggressioni al personale sanitario. In Toscana i numeri parlano da soli e non possono essere ignorati. Serve il contributo di tutti per rendere il nostro un ambiente di lavoro più sicuro». Concordano David Nucci, presidente dell’Ordine delle Professioni Infermieristiche Interprovinciale di Firenze e Pistoia, ePietro Dattolo, presidente dell’Ordine dei Medici Chirurghi e Odontoiatri di Firenze. 

Nello specifico (in base ai dati presentati recentemente nella Commissione sanità del Consiglio regionale toscano), nel 2020 sono state registrate 752 aggressioni al personale sanitario (561 aggressioni verbali, 191 aggressioni fisiche); 817 quelle del 2021 (591 aggressioni verbali, 226 aggressioni fisiche); nel 2022 il dato si conferma stabile, leggermente in crescita, con 1258 casi (935 verbali e 323 fisiche). 

Advertisements


SCARICA LA TUA TESI


I dati del 2023 sono in elaborazione ma si prefigurano numeri in aumento anche per la crescita dei flussi nei pronto soccorso. 

«Sono sempre più urgenti e necessari interventi per arginare un problema non più trascurabile: siamo diventati un bersaglio. Oltre al pericolo concreto di non riuscire a fare il nostro lavoro in sicurezza, si rischia di demotivare e avvilire una categoria intera di lavoratori che è quotidianamente sul campo, al servizio della salute pubblica – dichiara David Nucci, presidente dell’Ordine delle Professioni Infermieristiche Interprovinciale di Firenze e Pistoia -.

Ci associamo dunque al “grido di aiuto” proveniente da altre regioni come, ad esempio, il Veneto o la Campania, dove si è per fortuna passati ai fatti: sono state chieste e attivate linee di intervento, intensificati i controlli presso gli ospedali, in sinergia con la Polizia. Il nostro ordine professionale è a fianco dei colleghi e in prima linea nei progetti sulla sicurezza del personale sanitario. Ricordiamo anche che c’è ancora tempo per partecipare al progetto lanciato nelle scorse settimane dalla Federazione nazionale degli Ordini delle Professioni Infermieristiche per monitorare e migliorare la sicurezza negli ambienti di lavoro».

Il questionario può essere compilato, in modalità anonima, tramite l’Area riservata dell’Albo Unico Nazionale e fino al 19 gennaio. 

«Le aggressioni a medici e infermieri – dice Pietro Dattolo, presidente dell’Ordine dei Medici Chirurghi e Odontoiatri di Firenze – sono ormai una notizia settimanale se non addirittura quotidiana e sono per altro in crescita rispetto agli anni scorsi. Questa situazione avvilisce una categoria di lavoratori che da sempre si pone a servizio del cittadino. C’è bisogno che ogni aggressione verbale o fisica venga puntualmente denunciata: bisogna applicare le leggi esistenti. Oltre a questo, è però fondamentale fare un lavoro preventivo di tipo culturale sulla popolazione che faccia capire quanto medici ed infermieri siano i migliori alleati del paziente. Il rispetto per il lavoro e per la dignità dei professionisti della sanità è un punto irrinunciabile».

Redazione Nurse Times

Scopri come guadagnare pubblicando la tua tesi di laurea su NurseTimes

Il progetto NEXT si rinnova e diventa NEXT 2.0: pubblichiamo i questionari e le vostre tesi

Carica la tua tesi di laurea: tesi.nursetimes.org

Carica il tuo questionario: https://tesi.nursetimes.org/questionari

Redazione Nurse Times

Leave a Comment
Share
Published by
Redazione Nurse Times

Recent Posts

Ago da insulina nel polmone: a Perugia 7 medici a processo per la morte di un paziente

Doveva sottoporsi a un intervento al naso. Un intervento apparentemente banale, ma durante la procedura…

19/04/2024

Monza, al via un corso di autodifesa per 120 infermieri

Un corso di difesa personale per infermieri. Lo promuove la questura di Monza e della Brianza, che in precedenza…

19/04/2024

Nola (Napoli), devasta il Pronto soccorso con una spranga di ferro: feriti un infermiere e due guardie giurate

Notte di caos e paura all'ospedale Santa Maria della Pietà di Nola (Napoli), dove il parente…

19/04/2024

Gimbe: infermieri pochi con stipendi da fame, medici tanti, tra i più anziani in Europa

Allarme anzianità e stipendi: la crisi silenziosa dei medici e infermieri italiani Exposanità Bologna. Si…

19/04/2024

Fine vita, il Governo ricorre al Tar contro l’Emilia-Romagna: chiesto l’annullamento delle delibere di Giunta

La polemica sul fine vita, con le regole operative che la Regione Emilia-Romagna si è…

19/04/2024

Giornata mondiale del fegato, AISF: “Il 90% delle malattie epatiche croniche sarebbero prevenibili”. Il decalogo dei comportamenti virtuosi

Il 19 aprile, come ogni anno, si celebra la Giornata mondiale del fegato, un’iniziativa delle…

19/04/2024