NT News

Tutela della salute e autonomia differenziata: Italia divisa in due sulle performance sociosanitarie delle Regioni

Il 55% degli italiani vive in Regioni con risultati soddisfacenti per la tutela della salute, mentre per il 45% le cose non vanno del tutto bene. Questo il primo risultato che emerge dall’analisi delle opportunità di tutela della salute nelle Regioni, condotta dai 104 esperti raggruppati dal CREA Sanità, Centro per la ricerca economica applicata in sanità (per il quale operano ricercatori e docenti universitari nei campi dell’economia, del diritto, dell’epidemiologia, dell’ingegneria biomedica, della statistica medica), in un Panel multi-stakeholder diviso in cinque gruppi: istituzioni, management aziendale, professioni sanitarie, utenti, industria medicale.

Inoltre, in questa annualità, gli esperti hanno ideato un sistema di monitoraggio “dinamico” degli effetti dell’autonomia differenziata in sanità, basandosi su un sottogruppo di indicatori di performance selezionati dal Panel nel Rapporto CREA Sanità 2024 Opportunità di tutela della Salute: le performance regionali”.

Advertisements


SCARICA LA TUA TESI


La presentazione, che potrà essere seguita anche in streaming, si terrà domani, 20 giugno, dalle 14:30 alle 16:30, a Palazzo Baldassini – Istituto L. Sturzo (Via delle Coppelle, 35 Roma). La mattina sarà dedicata ai giornalisti e agli stakeholder, mentre nel pomeriggio si svolgerà il confronto con le istituzioni sulle opportunità di tutela della salute raggiunte dalle diverse Regioni, per favorire la collaborazione nella programmazione delle politiche sanitarie e sociali.

La buona notizia di questa edizione è che negli ultimi cinque anni si è registrato un miglioramento del 46% delle performance, che ha interessato tutte le ripartizioni geografiche e, in maggior misura – anche se il Sud è ancora indietro rispetto alla valutazione delle singole performance – le regioni del Mezzogiorno, poi quelle del Nord-Est, del Nord-Ovest e del Centro.

Per la valutazione degli effetti dell’autonomia differenziata sono state calcolate e poi comparate, per il periodo 2017-2022, le dinamiche su dieci indicatori scelti dal panel di esperti in gruppi di regioni. Nel primo gruppo la dinamica nelle Province / Regioni autonome o a Statuto speciale è stata (leggermente) peggiore che nel gruppo delle altre Regioni. Nel secondo la dinamica nelle Regioni in piano di rientro è stata nel complesso decisamente migliore che nel gruppo delle atre. Nel terzo la dinamica nelle Regioni che hanno già richiesto l’autonomia differenziata è stata, seppure leggermene, peggiore delle altre.

Iscrizione all’evento in presenza
Evento in streaming

Redazione Nurse Times

Articoli correlati

Scopri come guadagnare pubblicando la tua tesi di laurea su NurseTimes

Il progetto NEXT si rinnova e diventa NEXT 2.0: pubblichiamo i questionari e le vostre tesi

Carica la tua tesi di laurea: tesi.nursetimes.org

Carica il tuo questionario: https://tesi.nursetimes.org/questionari

Redazione Nurse Times

Leave a Comment
Share
Published by
Redazione Nurse Times

Recent Posts

Il decalogo Sipps per viaggiare con neonati e bimbi di pochi mesi

Con l'arrivo della stagione estiva e con l'inizio delle tanto sospirate vacanze, la Società Italiana…

25/07/2024

Asst Lodi: concorso per 10 posti da infermiere

L'Asst Lodi ha indetto un concorso pubblico, per titoli ed esami, finalizzato alla copertura di…

25/07/2024

Asst Lecco: concorso per 50 posti da infermiere

L'Asst Lecco ha indetto un concorso pubblico, per titoli, prova scritta e prova orale, finalizzato…

25/07/2024

Oss protagonisti al Forum Risk Management di Arezzo

Riceviamo e pubblichiamo un comunicato stampa a firma di Angelo Minghetti (Federazione Migep). Il 24…

25/07/2024

Morte di un detenuto in carcere, Cassazione condanna ministero della Giustizia e tre medici

Di seguito il commento dell'avvocato Emanuela Foligno alla sentenza della Corte di Cassazione, pubblicato sul…

25/07/2024

Oss tra i lavori usuranti: ok della Camera a Odg del deputato Manes

Per la prima volta in Parlamento si ritiene opportuno inserire l'attività degli oss tra i…

25/07/2024