? Speciale CoronaVirus ?

Campagna vaccinale in Toscana, reclutati infermieri e ostetriche per 50 euro all’ora

Visti gli obiettivi di incremento della Campagna Vaccinale determinati da una previsione di consegne di vaccini di gran lunga superiore all’attuale, L’Azienda USL Toscana Centro si organizza reclutando infermieri e personale.

“Tenuto conto del modello organizzativo scelto dalla Azienda, con la presente si informa che a breve partirà una richiesta, rivolta al personale dipendente dell’area contrattuale del comparto, di disponibilità, per coloro che sono interessati dal processo di vaccinazione, per la partecipazione ad un progetto di produttività aggiuntiva. Il citato progetto si inserisce nella strategia messa in atto dall’Azienda con l’obiettivo principale di ottimizzare l’impiego di tutte le risorse disponibili per la campagna vaccinale anti SARS COV-2, avvalendosi anche di strumenti di flessibilità organizzativa in grado di rispondere con personale esperto alle richieste estemporanee di prestazioni vaccinali” si legge nell’informativa dell’Azienda.

Stante l’attuale modello organizzativo dei vari punti vaccinali, le figure
professionali del comparto ad oggi necessarie sono infermieri, assistenti sanitari e ostetriche per l’esecuzione dei vaccini. Invece, per l’accoglienza/accettazione eventuale registrazione servono tecnici della prevenzione e personale amministrativo.

Nell’informativa si precisa, inoltre, che la remunerazione oraria del progetto, definita dall’apposita normativa nazionale (L. n°178 del 30/12/2020), è equivalente a

50 euro all’ora per infermieri, assistenti sanitari e ostetriche; 32 euro all’ora per i tecnici della prevenzione; 22 euro all’ora per gli amministrativi e 28 euro all’ora per gli OSS.

Il personale verrà liquidato per l’orario previsto per la seduta anche in caso di non presentazione degli utenti o in caso di non esecuzione della vaccinazione. Qualora il completamento delle attività previste nella seduta costringa il personale a trattenersi oltre l’orario previsto, per motivi di carattere clinico o comunque indipendenti dalla volontà degli operatori, le ore liquidate saranno quelle effettivamente svolte e corrispondenti a quanto indicato nel riepilogo e rilevabili dalle timbrature. Tale evento dovrà essere segnalato nel riepilogo mensile, indicandone le motivazioni.

Cristiana Toscano

Leave a Comment
Share
Published by
Cristiana Toscano

Recent Posts

“Dateci il Green Pass”: la richiesta dei partecipanti ai test sul vaccino ReiThera

I 600 volontari non si accontentano dell'esonero dalla vaccinazione anti-Covid e chiedono il certificato verde.…

47 minuti ago

Mamma NoVax contagia il figlio poco dopo la nascita: neonato ricoverato in terapia intensiva in gravissime condizioni

Versa in gravi condizioni, ricoverato in terapia intensiva all'ospedale di Padova, un neonato infettato dalla madre,…

2 ore ago

Papa Francesco: “L’intervento di luglio? Mi ha convinto un infermiere”

Il pontefice ha rivelato un significativo particolare del suo ricovero estivo al Gemelli. "Fare quell'intervento…

2 ore ago

Palermo, infermiere vaccinato (diabetico) contrae il coronavirus: è gravissimo

L'uomo, 43 anni, è ricoverato all'Ismett per una polmonite da Covid. Aumentano i focolai negli…

2 ore ago

Latina, infermiere minacciato per ottenere falsa attestazione di vaccino

Due "bulli" hanno avvicinato l'operatore fuori dal centro vaccinale con una strana richiesta. Lunedì pomeriggio,…

3 ore ago

Obbligo vaccinale per operatori sanitari, l’allarme delle Regioni: “Servizi a rischio”

Chiesti chiarimenti al ministero della Salute sulla possibile carenza di personale derivante dalle sospensioni dei…

3 ore ago