O.S.S.

Asl Lecce, mancano gli oss e gli infermieri sono demansionati: l’allarme di Fsi-Usae

“E’ spiacevole segnalare che, nonostante ci sia stato un tentativo di reclutamento di personale oss dalla graduatoria di mobilità regionale e interregionale bandito dalla Asl Lecce, ciò ha determinato una mancata equa distribuzione di tale personale”. Francesco Perrone, segretario regionale di Fsi-Usae, lancia un nuovo allarme sulla carenza di operatori socio-sanitari in tutti i gli ospedali e i presidi territoriali di assistenza dell’Asl Lecce.

Perrone sottolinea come a nulla siano serviti i ripetuti solleciti del suo sindacato e in Asl Lecce manchino all’appello un centinaio di oss, metà dei quali all’ospedale “Vito Fazzi” di Lecce. Un esempio lampante: “Nell’Unità operativa di Cardiochirurgia del Fazzi ci sono solo tre infermieri, peraltro costretti a supplire al lavoro degli operatori socio-sanitari, che sono appena cinque, quando invece ne occorrerebbero il triplo”.

Advertisements


SCARICA LA TUA TESI


Di qui il demansionamento del personale infermieristico, unito ai carichi di lavoro eccessivo per gli oss in servizio. Per questo Fsi-Usae chiede all’Asl Lecce di bandire “un avviso pubblico di manifestazione d’interesse per il conferimento di due incarichi temporanei nel profilo professionale di operatore socio-sanitario, in sostituzione del personale assente, per sopperire alla grave carenza evidenziata”.

Non solo. Il sindacato propone anche all’Asl Lecce di utilizzare una trentina di oss in servizio presso il 118, sostituendo questi ultimi con i soccorritori di Sanitàservice, già impiegati per analoghe mansioni. L’obiettivo di tali iniziative è garantire i Lea (livelli essenziali di assistenza), riconoscendo al contempo il valore del personale socio-sanitario e garantendo una corretta assistenza in ogni struttura operativa.

Redazione Nurse Times

Scopri come guadagnare pubblicando la tua tesi di laurea su NurseTimes

Il progetto NEXT si rinnova e diventa NEXT 2.0: pubblichiamo i questionari e le vostre tesi

Carica la tua tesi di laurea: tesi.nursetimes.org

Carica il tuo questionario: https://tesi.nursetimes.org/questionari

Redazione Nurse Times

Leave a Comment
Share
Published by
Redazione Nurse Times

Recent Posts

Alzheimer: nuove opportunità per frenare la malattia con la diagnosi precoce

Nuovi studi sui fattori di rischio della malattia di Alzheimer propongono scenari inediti per effettuare…

15/04/2024

Miracolo al Bambino Gesù: gemelli guariscono da rara malattia metabolica grazie a trapianto eccezionale

Roma – Nell’epicentro dell’innovazione medica al Bambino Gesù, due giovani guerrieri affrontano coraggiosamente la loro…

15/04/2024

Salvato dalla tecnologia: una Tesla Model Y guida un uomo in fin di vita al Pronto Soccorso

Un viaggio autonomo di 20 km della sua Tesla Model Y verso la salvezza: il…

15/04/2024

Anziani, preoccupano i dati su solitudine e suicidi. Se ne è parlato al Congresso AIP

L’Italia è uno dei Paesi occidentali in cui diventare anziani presenta gli scenari peggiori, soprattutto…

15/04/2024

Prevenzione, il 40% degli italiani farebbe più controlli se i tempi di attesa si riducessero

Gli italiani fanno ancora poca prevenzione e i tempi di attesa eccessivi sono uno dei…

15/04/2024

Gambe gonfie: rischio tutto l’anno con caldo perenne. Benefici da nuovo mix di bromelina e vitamina C

Non ci sono più stagioni “alleate” delle gambe per i circa 20 milioni di italiani…

15/04/2024