O.S.S.

Professionisti sanitari e oss ucraini: confermate per il 2024 le norme che facilitano l’assunzione in Italia

Sino al 31 dicembre 2024 continuerà a essere consentito l’esercizio temporaneo delle qualifiche professionali sanitarie e della qualifica di operatore socio-sanitario (oss) ai professionisti cittadini ucraini residenti in Ucraina prima del 24 febbraio 2022 che intendono esercitare la loro professione in Italia. Lo riferiscono mnistero del Lavoro e delle politiche sociali, ministero dell’Interno e ministero dell’Istruzione in una nota pubblicata sul sito Integrazionemigranti.gov.it.

Si tratta di una deroga rispetto alla procedura ordinaria sul riconoscimento dei titoli conseguiti all’estero abilitanti l’esercizio delle professioni (D.lgs. 368/99 e art. 49 e 50  D.P.R. 394/1999). Tale procedura agevolata, inizialmente prevista, dall’art. 34 del DL 21/2022 (così per come modificato dalla legge di conversione n. 51/22) fino al 4 marzo 2023, è stata successivamente prorogata dal D.L. n. 16/2023 fino al 31 dicembre 2023. Con la conversione in legge del cosiddetto Decreto Milleproroghe la disciplina derogatoria è stata ora  confermata anche per tutto il 2024, in considerazione del protrarsi dello stato di emergenza.

Advertisements


SCARICA LA TUA TESI


La disciplina derogatoria permette l’esercizio temporaneo delle professioni sanitarie e sociosanitarie agli ucraini in possesso di una qualifica professionale conseguita all’estero, regolamentata dalle direttive dell’Unione Europea e in possesso di un Passaporto europeo delle qualifiche per i rifugiati. 

Quest’ultimo nasce da un progetto del Consiglio d’Europa per facilitare il riconoscimento delle qualifiche anche in assenza della documentazione completa. É un documento che contiene la valutazione del possesso della qualifica, nonché informazioni relative alle esperienze lavorative e alle competenze linguistiche dei rifugiati e delle persone assimilate ai rifugiati, conforme a quanto stabilito dalla Convenzione di Lisbona. La procedura di rilascio EQPR

 prevede che il candidato crei il proprio account sulla piattaforma EQPR IT Platform. A questo punto si attiva la procedura che prevede due fasi:
  1. la compilazione, da parte del candidato, di un questionario con le informazioni relative al percorso scolastico, alle lingue parlate e alle esperienze lavorative. Detto questionario è inviato prima dell’intervista e va compilato in maniera autonoma dalla persona interessata;
  2. il sostegno, da parte del candidato, di un colloquio davanti a una commissione di valutatori esperti, che hanno valutato il questionario.

I professionisti interessati dovranno poi depositare presso la struttura sanitaria che procede al reclutamento temporaneo la documentazione attestante il possesso della qualifica professionale sanitaria o di operatore socio-sanitario, munita di traduzione asseverata presso il tribunale.

Redazione Nurse Times

Scopri come guadagnare pubblicando la tua tesi di laurea su NurseTimes

Il progetto NEXT si rinnova e diventa NEXT 2.0: pubblichiamo i questionari e le vostre tesi

Carica la tua tesi di laurea: tesi.nursetimes.org

Carica il tuo questionario: https://tesi.nursetimes.org/questionari

Redazione Nurse Times

Leave a Comment
Share
Published by
Redazione Nurse Times

Recent Posts

Ago da insulina nel polmone: a Perugia 7 medici a processo per la morte di un paziente

Doveva sottoporsi a un intervento al naso. Un intervento apparentemente banale, ma durante la procedura…

19/04/2024

Monza, al via un corso di autodifesa per 120 infermieri

Un corso di difesa personale per infermieri. Lo promuove la questura di Monza e della Brianza, che in precedenza…

19/04/2024

Nola (Napoli), devasta il Pronto soccorso con una spranga di ferro: feriti un infermiere e due guardie giurate

Notte di caos e paura all'ospedale Santa Maria della Pietà di Nola (Napoli), dove il parente…

19/04/2024

Gimbe: infermieri pochi con stipendi da fame, medici tanti, tra i più anziani in Europa

Allarme anzianità e stipendi: la crisi silenziosa dei medici e infermieri italiani Exposanità Bologna. Si…

19/04/2024

Fine vita, il Governo ricorre al Tar contro l’Emilia-Romagna: chiesto l’annullamento delle delibere di Giunta

La polemica sul fine vita, con le regole operative che la Regione Emilia-Romagna si è…

19/04/2024

Giornata mondiale del fegato, AISF: “Il 90% delle malattie epatiche croniche sarebbero prevenibili”. Il decalogo dei comportamenti virtuosi

Il 19 aprile, come ogni anno, si celebra la Giornata mondiale del fegato, un’iniziativa delle…

19/04/2024