FNopi

La Fnopi invita a votare un infermiere per le amministrative poi li esclude dalle attività di rappresentanza: coerenza?

La coerenza prima di tutto. Anche questa volta, in occasione delle competizioni elettorali del 3 e 4 Ottobre 2021, la FNOPI sostiene  le candidature degli infermieri a tutti i livelli di competizione elettorale

Come si legge sul sito della Fnopi “in vista della tornata elettorale del 3 e 4 ottobre 2021 per le elezioni regionali, comunali e suppletive alla Camera, la FNOPI, come di consueto, intende sostenere, al di là dell’appartenenza politica di ciascuno, le candidature, a tutti i livelli, di tutti gli infermieri, nella convinzione che sia importante che la professione sia rappresentata nelle istituzioni elettive”.

Lodevole iniziativa questa che da forza ad una categoria importante come quella infermieristica.

Tutto bene quindi? Quasi. Perché la FNOPI e la sua Presidente non dicono proprio la verità.

Ad esempio non dicono ai candidati che, se eletti, saranno esclusi dalle attività di rappresentanza della Federazione e non potranno fare parte degli organismi della stessa. Questo perché la Presidente, nella composizione dell’unica lista presentata per il rinnovo degli organismi della FNOPI, ha escluso, chi ricopriva incarichi politici e sindacali perché a suo dire: “.. per questioni di opportunità e galateo istituzionale sono stati scelti colleghi non impegnati direttamente in politica o nel sindacato”.

Peccato che i fatti non le abbiano dato ragione perché in quella lista c’erano soggetti che ricoprivano ruoli politici e sindacali (Vedi articolo nursetimes.org)

Stefano Moscato eletto nel Comitato Centrale della Fnopi, è presidente dell’OPI di Vibo Valentia e non ultimo, consigliere comunale di Vazzano, un comune della provincia di Vibo, come indicato sul sito web.

Quindi vediamo di capire:
la FNOPI spinge gli infermieri ad entrare nelle istituzioni ma una volta entrati li esclude dagli organismi di governo.

Sarebbe auspicabile un minimo di coerenza da parte di chi è al vertice di una categoria importante e numerosa come quella infermieristica.  

Atteso che ognuno è libero di scegliere i compagni di viaggio, ma prendere in giro gli iscritti è molto grave e poco etico.

A proposito di etica è bene  ricordare ai colleghi che l’articolo 52 del Codice Deontologico recita: ” l’Ordine Professionale non interviene nei confronti dell’infermiere impegnato in incarichi politico istituzionali nell’esercizio delle relative funzioni”. In effetti è vero, l’esclusione avviene prima, a discapito della verità. Chi parla di galateo istituzionale dovrebbe conoscerne il senso e dovrebbe darne contezza nelle azioni. Ma di questo, ad oggi, non esiste traccia.

In bocca al lupo ai colleghi candidati sperando che vengano eletti.. o forse è meglio di no?

Redazione Nurse Times

Ultimi articoli pubblicati

Redazione Nurse Times

Leave a Comment
Share
Published by
Redazione Nurse Times

Recent Posts

Evento ECM OPI BT e CNAI BT:

LA CULTURA DEI VACCINI:  COSA ABBIAMO IMPARATO DAL COVID 19 Si terrà il prossimo 23…

18/10/2021

Anche in guerra attaccare un ospedale o sparare su un infermiere è un crimine

I fatti di sabato 09/10/2021 e il barbaro attacco al pronto soccorso dell'ospedale Romano "Policlinico…

18/10/2021

Infarto, aria inquinata aumenta il rischio

Uno studio condotto da ricercatori della Fondazione Policlinico Universitario Agostino Gemelli IRCCS ha evidenziato un’associazione…

18/10/2021

Tumore al polmone: nuovi test per valutazione simultanea di alterazioni genetiche

Si chiamano Ngs (Next Generation Sequencing) e possono migliorare l'aspettativa di vita dei pazienti. Scoprire…

18/10/2021

Coronavirus, proposta Federfarma: “Tampone gratis a chi prenota vaccino”

L'invito alle farmacie rappresenta un "ulteriore incoraggiamento a immunizzarsi contro il Covid". Federfarma ha invitato…

18/10/2021

Infermiere di famiglia, Costa promette: “Sarà figura di riferimento”

Il sottosegretario alla Salute annuncia la volontà di allineare l’offerta formativa al fabbisogno di professionisti.…

18/10/2021