? Speciale CoronaVirus ?

Coronavirus, vaccino Pfizer risulta stabile anche in siringhe monodose

I ricercatori dell’Università Statale di Milano hanno dimostrato che le dosi singole pre-allestite hanno la stessa efficacia delle fiale multidose. Con qualche vantaggio in più.

Uno studio condotto da ricercatori dell’Università Statale di Milano, appena pubblicato su Pharmaceutics, ha stabilito che il vaccino anti-Covid Pfizer resta stabile anche in siringhe monodose. Non solo, dunque, in fiale multidose, che richiedono condizioni di conservazione e trasporto molto precise per non perdere efficacia.

La possibilità di pre-allestire le dosi di vaccino in siringhe monodose risulta di fondamentale importanza per facilitare il lavoro degli operatori sanitari all’interno degli hub vaccinali e di quelli impegnati sul territorio, come i medici medicina generale e i farmacisti. Lo studio è stato possibile grazie alla collaborazione con Regione Lombardia, che ha concesso l’utilizzo del left-overs, ossia l’avanzo di vaccino non somministrabile.
 
Fin dalla partenza della campagna vaccinale il gruppo guidato da Paola Minghetti, del Dipartimento di Scienze farmaceutiche, in collaborazione con Loris Rizzello e Patrizia Procacci, del Dipartimento di Scienze biomediche per la salute, studia la stabilità del vaccino Comirnaty in siringhe pre-allestite, verificando l’impatto dei materiali, delle condizioni di conservazione (2-8° C, 25° C) e di trasporto delle stesse (30 chilometri).
 
“I risultati ottenuti

– spiega Minghetti – hanno permesso di dimostrare che, nelle condizioni di uso oggetto di studio, le nanoparticelle lipidiche non subiscono significative variazioni in numero e dimensioni e che l’mRna rimane integro. In altre parole, la mancanza di segni di aggregazione delle nanoparticelle e/o degradazione dell’mRna hanno dimostrato la stabilità del vaccino in siringhe monodose, che possono quindi essere preparate in sicurezza nelle farmacie prima di essere distribuite al personale che effettuerà la somministrazione, anche a domicilio del paziente”
 

Redazione Nurse Times

Redazione Nurse Times

Leave a Comment
Share
Published by
Redazione Nurse Times

Recent Posts

Covid-19, quasi 50.000 nuovi casi in UK ieri. Sotto accusa la nuova variante AY.4.2

Quasi 50.000 contagi ieri, oltre 200 morti oggi, al picco da marzo per quanto appesantiti…

19/10/2021

Psoriasi, identificati i fattori di rischio che ne favoriscono la comparsa

Su Alleati per la Salute è stato pubblicato un focus riguardante i trigger che possono…

19/10/2021

Infertilità femminile: iniezioni di plasma concentrato per favorire la gravidanza

La soluzione arriva dalla medicina rigenerativa. Se ne discuterà al prossimo Congresso Giovani SIMCRI. La…

19/10/2021

Vergallo (Presidente AAROI) sull’emergenza-urgenza “ci sono situazioni in cui gli infermieri possono praticare farmaci salvavita, senza sostituirsi al medico”

“Ci sono sistemi di emergenza-urgenza, in regioni come la Lombardia, l’Emilia Romagna, il Veneto e…

19/10/2021

Alopecia e vitiligine: i nuovi orizzonti della fotoprotezione a basso impatto ambientale

Ne hanno parlato i dermatologi della SIDeMaST, riuniti in streaming al loro 95esimo Congresso. Formulazioni…

19/10/2021

Menopausa: nuova terapia basata su combinazione di due ormoni naturali

Il 17 beta estradiolo e il progesterone micronizzato hanno una struttura chimica identica a quella degli ormoni…

19/10/2021