Coronavirus, studio Usa: ok a seconda dose con altro vaccino dopo la prima con J&J

Uno studio condotto dai National Institutes of Health americani non ha riscontrato particolari problemi. Ma serve una platea più ampia per confermare i risultati.

Uno studio dei National Institutes of Health americani ha analizzato la possibilità di usare dosi di vaccini anti-Covid diversi, gingendo alla conclusione che il siero monodose sviluppato da Johson & Johnson può essere seguito da una seconda dose di vaccino a mRna.

Advertisements

La ricerca è stata condotta su 458 adulti vaccinati con Pfizer, Moderna o J&J da almeno 12 settimane. I tre gruppi sono stati divisi in tre nuovi gruppi ai quali è stato somministrato uno dei vaccini disponibili come richiamo. Si sono così formati nove gruppi, ciascuno composto da circa 50 persone.

A distanza di 15 giorni dal richiamo gli scienziati hanno analizzato i livelli degli anticorpi. Per le persone originariamente vaccinate con Johnson & Johnosn tali livelli erano quattro volte più elevatio dopo un richiamo J&J, 35 volte più alti dopo un richiamo Pfizer e 76 volte più alti dopo un richiamo Moderna. I livelli di anticorpi più alto in assoluto era registrato da chi aveva assunto come prima dose Moderna, “indipendentemente dal vaccino di richiamo somministrato”.

E’ stata inoltre evidenziata la mancanza di eventi avversi gravi. Il limite dello studio sta tuttavia nella platea analizzata: un numero di partecipanti limitato. Al momento la vaccinazione eterologa non è consentita negli Stati Uniti, mentre è già stata autorizzata da tempo in Italia. Solo Pfizer ha ricevuto l’autorizzazione alla terza dose per categorie specifiche di cittadini.

Redazione Nurse Times

Redazione Nurse Times

Leave a Comment
Share
Published by
Redazione Nurse Times

Recent Posts

Gli antibiotici Carbapenemi: Imipenem, Meropenem, Ertapenem

Sono una classe di antibiotici β-lattamici, cioè con struttura ad anello β-lattamico. La loro struttura…

26/09/2022

Sindrome da trasfusione feto-fetale, due gemellini operati in utero alla 26esima settimana di gestazione

Eccezionale intervento all'ospedale Gemelli di Roma. I piccoli non hanno subito danni e non ci…

26/09/2022

Nursing Up lancia l’allarme stipendi degli infermieri

Sanità, Nursing Up De Palma: «Con l’aggravarsi dei rincari energetici, gli infermieri italiani rischiano di…

26/09/2022

Tempio Pausania, dottoressa sospesa per non essersi vaccinata contro il Covid: Omceo Sassari dovrà risarcirla

Oltre al risarcimento (5mila euro), il Tribunale ha ordinato anche il reintegro della dirigente medica…

26/09/2022

Milano, nuova denuncia del papà di Roberta, bimba affetta da malattia rara: “Niente assistenza infermieristica per mia figlia”

In un video ripreso dagli organi di informazione Fortunato Nicoletti torna a segnalare un disagio…

26/09/2022

Asp Siracusa, mancano i medici: si guarda alla Tanzania

L'Azienda sanitaria è disponibile a formare nei presidi ospedalieri del territorio i camici bianchi che…

26/09/2022