? Speciale CoronaVirus ?

Coronavirus: accordo Moderna-Gavi per fornire 500 milioni di vaccini ai Paesi poveri

Le dosi, fornite dalla casa farmaceutica al prezzo più basso, saranno destinate al programma COVAX.

Fino a 500 milioni di dosi del vaccino anti-Covid Moderna saranno destinate al programma COVAX per contribuire ad arginare la pandemia nei Paesi a più basso reddito. Lo annuncia la stessa casa farmaceutica statunitense, che ha stretto un accordo di fornitura con Gavi: l’Alleanza mondiale per vaccini e immunizzazione.

Stando all’intesa, 34 milioni di dosi cominceranno a essere consegnate nel quarto trimestre del 2021, con opzione per COVAX fino a ulteriori 466 milioni di dosi nel 2022, e copre i 92 Paesi Gavi-COVAX a basso e medio reddito, inclusa l’India. Le dosi sono fornite al prezzo più basso, in linea con l’impegno dei principi di accesso globale di Moderna.

Il 30 aprile, l’Organizzazione Mondiale della Sanità (Oms) ha emesso una Emergency Use Listing (EUL), ovvero un uso di emergenza per il vaccino Moderna, al fine di prevenire la diffusione del Covid-19 tra gli over 18. “Sono grato ai nostri partner, Gavi e COVAX, per il loro instancabile lavoro, e a tutto il team Moderna per la collaborazione nel raggiungere questo accordo – ha commentato Stéphane Bancel, amministratore delegato di Moderna –. Questa è una pietra miliare, mentre lavoriamo per garantire che le persone in tutto il mondo abbiano accesso al nostro vaccino”.

E ancora: “Riconosciamo che molti Paesi hanno risorse limitate per accedere ai vaccini anti-Covid. Sosteniamo la missione di COVAX di garantire un accesso ampio, economico ed equo ai vaccini, e rimaniamo impegnati nel fare tutto il possibile per porre fine a questa pandemia con il nostro vaccino mRNA”.

Redazione Nurse Times

Redazione Nurse Times

Leave a Comment
Share
Published by
Redazione Nurse Times

Recent Posts

Ungheria: migliaia di infermieri in sciopero contro bassi stipendi e carenza di personale

Sono stati migliaia gli infermieri ad essere scesi in piazza in Ungheria, in una gigantesca…

2 ore ago

Sanità. Prolungati i termini della Legge Madia

Passa al Senato la modifica della Legge Madia: prolungati i termini della stabilizzazione dei precari…

10 ore ago

Studio del cervello: sviluppata una nuova tecnica dall’Università di Firenze

Innovativa tecnica ottica per l’indagine macroscopica ad alta risoluzione. Pubblicazione su Nature Methods a cura…

23 ore ago

CDC: la variante Delta si diffonde con la stessa facilità della varicella e causa disturbi più gravi

La variante Delta del coronavirus, in aumento negli Stati Uniti, sembra causare disturbi più gravi…

23 ore ago

Essere infermieri nell’era post-pandemica: ampliamento degli ambiti di intervento e di attività

Punti di forza e criticità Essere infermieri oggi, nella manifestazione delle diverse funzioni e competenze…

23 ore ago

Rifiutano il tampone, chi sono i no-tamp?

Ad inizio pandemia in molti hanno avuto difficoltà ad abituarsi all'utilizzo quotidiano della mascherina, o…

24 ore ago