Chi dorme poco e non fa colazione rischia anche l’infarto

Secondo recenti studi chi dorme poco, non si lava i denti e non fa colazione avrebbe un maggiore rischio di infarto. Se ne è discusso ampiamente nella XXXVII° edizione del congresso “Conoscere e curare il cuore” organizzato a Firenze dalla Fondazione Onlus “Centro per la Lotta contro l’Infarto”.

Rischio di infarto per chi dorme poco

Vi sarebbe una forte associazione tra la deprivazione di sonno e lo sviluppo di fattori di rischio cardiometabolici. Chi dorme poco potrebbe, ad esempio, sviluppare aterosclerosi polidistrettuale e coronaropatia.

Advertisements


SCARICA LA TUA TESI


L’iperattivazione adrenergica è la principale responsabile dello sviluppo di ipertensione arteriosa attraverso fenomeni di vasocostrizione, tachicardia e ritenzione di sale. La disregolazione del sistema nervoso autonomo è stata associata, inoltre, allo sviluppo di insulino-resistenza, iperglicemia e diabete conclamato.

Inoltre, chi dorme poco rischia di sviluppare obesità attraverso un alterato rilascio di grelina e di leptina, principali responsabili dell’aumentato senso di fame.

Rischio di infarto per chi non fa colazione

Uno studio pubblicato da Uzhova et al. ha fornito importanti elementi a dimostrazione della presenza e distribuzione delle lesioni aterosclerotiche vascolari subcliniche nei soggetti che saltano la colazione. I risultati dello studio evidenziavano come il gruppo di soggetti che saltava la colazione rispetto a chi l’assumeva regolarmente, aveva un più alto carico aterosclerotico polidistrettuale con una più alta prevalenza di aterosclerosi non coronarica indipendentemente dalla presenza di fattori di rischio cardiovascolari convenzionali.

Fonte: salutedomani.com

Cristiana Toscano

Leave a Comment
Share
Published by
Cristiana Toscano

Recent Posts

Tutti i concorsi in scadenza per infermieri, infermieri ricercatori e pediatrici, fisioterapisti, oss e altre professioni sanitarie

AZIENDA OSPEDALIERO UNIVERSITARIA DELLE MARCHE DI ANCONA Concorso pubblico aggregato degli enti del SSR Marche,…

25/02/2024

Tar annulla bando concorso infermieri Asl di Caserta: andava fatta prima la mobilità

Daniela Balzano e Lorenzo Antelmi, infermieri, trionfano contro l'Asl di Caserta, dimostrando l'importanza della mobilità…

25/02/2024

Quando la sanità incontra gli affari: il gruppo San Donato si appresta a quotarsi in borsa

Il gruppo ospedaliero privato San Donato, leader nel settore in Italia con 56 strutture e…

24/02/2024

Schillaci interviene a Repubblica sulla carenza di infermieri: “li prendiamo dall’estero”

Nelle ultime settimane, la crisi di organico degli infermieri è stata al centro del dibattito…

24/02/2024

Licenziamento di massa degli infermieri usa e getta dell’AOU Dulbecco di Catanzaro

L'Azienda Ospedaliera Universitaria "Dulbecco" di Catanzaro è stata oggetto di recente polemica per il licenziamento…

24/02/2024

Rinnovo contratto: aumento di 160 euro, potere d’acquisto annullato dall’inflazione galoppante

Il nuovo contratto per il comparto (infermieri, oss, ostetriche, ecc.) valido per il periodo 2022/24,…

24/02/2024