? Speciale CoronaVirus ?

Borgaro Torinese, medico indagato per le esenzioni dal vaccino anti-Covid

L’Asl To4 ha diffidato il dottor Giuseppe Delicati, che non avrebbe titolo per rilasciare i relativi certificati. Ora tocca alla Procura della Repubblica di Ivrea valutare la situazione.

Giuseppe Delicati, medico di Borgaro Torinese, è stato diffidato dall’Asl Torino 4 per i numerosi certificati di esonero dal vaccino anti-Covid che sta rilasciando. I sospetti sono sorti a seguito delle lunghe code di persone in cerca di esenzione fuori dal suo studio, dove qualche giorno fa si sono presentati i carabinieri del Nas per un’ispezione. A ciò si sono aggiunte le segnalazioni di alcuni dirigenti scolastici della zona, che hanno ricevuto molte esenzioni da lui firmate.

La documentazione raccolta sarà ora inoltrata alla Procura della Repubblica di Ivrea, che dovrà valutare la situazione. I controlli vanno in due direzioni: sapere se tutte le persone che hanno presentato a scuola i certificati sono effettivamente pazienti del dottor Delicati; sapere se lo stesso ha titolo per rilasciare tali certificati, che secondo una circolare diffusa il 4 agosto scorso dal ministero della Salute possono essere rilasciati solo da medici vaccinatori. Qualora si accertasse che Delicati non è un vaccinatore autorizzato, i suoi certificati sarebbero nulli.

Il professionista di Borgo Torinese sostiene di rientrare nella categoria, visto che inocula regolarmente vaccini, sebbene non quello contro il coronavirus. In ogni caso, non è nuovo alle luci della ribalta per motivi legati alla vaccinazione anti-Covid. L’anno scorso, infatti, aveva dichiarato che il siero rafforza la malattia. Parole che gli erano costate la presa di distanza dei colleghi e una sanzione da parte dell’Ordine dei medici.

Redazione Nurse Times

Redazione Nurse Times

Leave a Comment
Share
Published by
Redazione Nurse Times

Recent Posts

Evento ECM OPI BT e CNAI BT:

LA CULTURA DEI VACCINI:  COSA ABBIAMO IMPARATO DAL COVID 19 Si terrà il prossimo 23…

18/10/2021

Anche in guerra attaccare un ospedale o sparare su un infermiere è un crimine

I fatti di sabato 09/10/2021 e il barbaro attacco al pronto soccorso dell'ospedale Romano "Policlinico…

18/10/2021

Infarto, aria inquinata aumenta il rischio

Uno studio condotto da ricercatori della Fondazione Policlinico Universitario Agostino Gemelli IRCCS ha evidenziato un’associazione…

18/10/2021

Tumore al polmone: nuovi test per valutazione simultanea di alterazioni genetiche

Si chiamano Ngs (Next Generation Sequencing) e possono migliorare l'aspettativa di vita dei pazienti. Scoprire…

18/10/2021

Coronavirus, proposta Federfarma: “Tampone gratis a chi prenota vaccino”

L'invito alle farmacie rappresenta un "ulteriore incoraggiamento a immunizzarsi contro il Covid". Federfarma ha invitato…

18/10/2021

Infermiere di famiglia, Costa promette: “Sarà figura di riferimento”

Il sottosegretario alla Salute annuncia la volontà di allineare l’offerta formativa al fabbisogno di professionisti.…

18/10/2021