Medici

Medici britannici attratti dall’Australia: l’allettante annuncio di lavoro

Stipendio da favola e tanto tempo libero a disposizione. Così la terra dei canguri prova a reclutare i medici britannici. E la carenza di personale nel Regno Unito rischia di aggravarsi.

L’Australia attira i giovani medici britannici con offerte di lavoro estremamente vantaggiose, ma che potrebbero mandare ulteriormente in affanno il Sistema sanitario inglese. Ha fatto infatti notizia il Blugibbon Medical Recruitment australiano, che ha pubblicato un annuncio per un lavoro con un guadagno di quasi 130.000 sterline all’anno e 20 giorni di riposo al mese. L’annuncio è apparso anche sul sito web per le carriere del British Medical Journal (BMJ).

Si cercano medici, recita l’annuncio, con esperienza in pronto soccorso e si offrono oltre 1.000 sterline a turno. Inoltre il lavoro richiede solo 10 turni al mese e include un appartamento ammobiliato con due camere da letto, un’auto e un bonus di fino a 10.000 sterline dopo un anno di lavoro. L’annuncio evidenzia che lo stipendio collocherebbe i candidati prescelti nel 5% dei migliori guadagni australiani.

Advertisements


SCARICA LA TUA TESI


Questa opportunità di lavoro arriva dopo che migliaia di giovani medici del Servizio sanitario britannico hanno fatto sciopero per rivendicare il ripristino della retribuzione. Molti medici stanno abbandonando l’Inghilterra per lavorare all’estero per ottenere un lavoro meglio retribuito e migliori condizioni.

L’offerta è rivolta a “una coppia o due amici” che hanno lavorato per almeno quattro anni, inclusi quelli nel pronto soccorso, dopo la laurea in medicina. Il lavoro richiede solo cinque turni notturni consecutivi due volte al mese, lasciando il resto del tempo libero per “viaggiare o godersi una delle città più vivibili (e convenienti) del mondo”.

L’offerta può sembrare allettante per i medici stanchi della sanità britannica, ma l’ex medico Adam Kay ha descritto l’annuncio come “deprimente” e ha invitato il Governo a risolvere i problemi di retribuzione dei giovani medici o rischiare di perderli. Anche se il reclutamento di medici dal Regno Unito all’estero potrebbe alleviare la pressione sul Sistema sanitario britannico nel breve periodo, questo potrebbe comportare un’ulteriore carenza di medici a lungo termine.

Redazione Nurse Times

Rimani aggiornato con Nurse Times, seguici su:
Telegram – https://t.me/NurseTimes_Channel
Instagram – https://www.instagram.com/nursetimes.it/
Facebook – https://www.facebook.com/NurseTimes. NT
Twitter – https://twitter.com/NurseTimes

Redazione Nurse Times

Leave a Comment
Share
Published by
Redazione Nurse Times

Recent Posts

Cure palliative: in Italia solo 8 hospice pediatrici

In Italia esistono solo otto hospice pediatrici funzionanti per le cure palliative ai bambini affetti…

22/02/2024

Nursing Up invita il Ministro Schillaci a scendere sul campo per affrontare la grave crisi di infermieri

Salute, Nursing Up De Palma: «Carenza infermieri, secondo le recenti uscite del Ministro Schillaci ne…

22/02/2024

Lite in ospedale tra primario e infermiere: intervengono i carabinieri

Come se non bastassero le aggrassioni di pazienti e caregiver ai danni del personale sanitario,…

22/02/2024

Pensionato trovato morto in una pozza di sangue al Monoblocco di Carrara: 9 indagati tra medici e infermieri

Lido Rossi, un pensionato di 84 anni, è stato trovato senza vita la sera del…

22/02/2024

Centro Residenziale “Matteo Remaggi” di Cascina (Pisa): avviso di selezione per oss

Il Centro Residenziale "Matteo Remaggi" di Cascina (Pisa) ha indetto una procedura selettiva pubblica per…

22/02/2024

Lettera aperta al ministro Schillaci: “Si valorizzi la figura dell’oss”

Riceviamo e pubblichiamo una lettera aperta firmata dagli operatori socio-sanitari Marianna Casella, Maria Luisa Busco,…

22/02/2024