Aosta, donna guarita dal coronavirus torna positiva dopo 4 mesi

Per il primario del reparto di Malattie infettive “non si tratta di reinfezione”.

Dichiarata guarita dal coronavirus il 24 aprile scorso, è tornata positiva. E’ accaduto a una donna di mezza età, ricoverata per altre patologie all’ospedale Parini di Aosta e sottoposta a un tampone che ne ha rivelato la nuova positività.

Advertisements

«Non si può parlare di una reinfezione – spiega Alberto Catania, primario del reparto di Malattie infettive dell’ospedale di Aosta –. Si tratta di una nuova positività di un guarito. In un primo momento la paziente è stata collocata in un altro reparto. Una volta scoperta la positività, è stata trasferita nel reparto infetti e isolata. E’ un ritrovamento di positività, che non è detto sia contagiante: può darsi che siano solo delle parti virali che sono state riscontrate dall’esame. Sono situazioni possibili, a mio parere non sono persone infettanti».

Spiega ancora Catania: «Probabilmente non è neanche una riattivazione, ma la paziente ha ancora dei residui virali. Non è una reinfezione perchè è una persona che ha sviluppato gli anticorpi. Ci può essere un aumento della presenza dei residui virali senza che ci sia il virus completo»

.

La situazione risulta pertanto differente rispetto ai due casi di reinfezione documentati finora nel mondo: il primo riguarda un 33enne di Hong Kong, la seconda volta contagiato probabilmente in Spagna; il secondo riguarda un 25enne del Nevada (Usa). Per entrambi, gli esami eseguiti sul materiale genetico dei rispettivi campioni hanno evidenziato che la seconda infezione è stata provocata da un virus diverso rispetto a quello precedente. I due pazienti hanno palesato sintomi simili, ma la seconda infezione si è rivelata più grave. La speranza degli scienziati che studiano il virus, in parte smentita da questi casi, è che gli anticorpi post-Covid possano dare un’immunita di alcuni anni.

Redazione Nurse Times

Redazione Nurse Times

Leave a Comment
Share
Published by
Redazione Nurse Times

Recent Posts

Asp Siracusa, mancano i medici: si guarda alla Tanzania

L'Azienda sanitaria è disponibile a formare nei presidi ospedalieri del territorio i camici bianchi che…

26/09/2022

Asp Reggio Calabria, maxi piano di assunzioni per arginare la carenza di personale: mancano 798 infermieri

Sono pronti a partire i concorsi. Servono anche 262 oss e 24 dirigenti medici e…

26/09/2022

Caro energia, lo stipendio di un infermiere basta per arrivare a fine mese?

Vediamo cosa dicono gli esperti sulla base delle recenti statistiche. Riusciranno gli infermieri italiani a…

26/09/2022

Calcolare il fabbisogno di personale infermieristico quantificando il bisogno assistenziale

La misurazione dei carichi di lavoro infermieristico ha avuto inizio negli anni '70, in conseguenza…

25/09/2022

Marisa Cantarelli e i bisogni dell’assistenza infermieristica

Marisa Cantarelli nasce il 3 luglio 1930 ed è la prima teorica italiana dell’assistenza infermieristica.…

25/09/2022

Corso ecm gratuito per infermieri sul percorso clinico-assistenziale del paziente con linfoma

L'evento formativo "Il percorso clinico-assistenziale del paziente con linfoma: dalla diagnosi, alla cura, alla dimissione"…

25/09/2022