Infermieri

Nursing up. Rinnovo contratto infermieri: riconoscere il posto che meritano

Sanità, Infermieri Nursing Up De Palma: «Vogliamo finalmente un alveo di contrattazione per le elevate professionalità sanitarie»

ROMA 31 LUG 2021 – «Il 5 agosto prossimo, partirà l’attesa trattativa per il rinnovo del contratto del comparto della sanità.

Si tratta del preludio per arrivare alla stesura di un contratto di vitale importanza per tutte le categorie della sanità, fondamentale per capire se la pubblica amministrazione e chi la rappresenta, e le stesse organizzazioni sindacali di categoria, si rendono conto del reale valore, dell’importanza, che tutte le professioni sanitarie rivestono, da ultimo anche alla luce dello strenuo impegno profuso ogni giorno, a costo della vita, durante la Pandemia. 

Possiamo dire che il Presidente Caparini, del Comitato di Settore, ha mantenuto la sua parola, perchè aveva promesso al nostro sindacato che avrebbe sollecitato l’Aran per far partire prima possibile le contrattazioni.

Come Nursing Up, sulla scia della nutrita partecipazione di colleghi provenienti da tutta Italia alle manifestazioni di Roma e Milano, vigileremo, affinché questo contratto realizzi, finalmente, quella valorizzazione che gli infermieri, ma anche le altre professioni sanitarie con la medesima base giuridica, stanno aspettando da tempo.

E’ tempo di dar corpo e sostanza a quell’alveo di contrattazione per le elevate professionalità, nell’ambito delle previsioni della direttiva Brunetta, i cui contenuti sono stati confermati e ripresi anche da una recente fondamentale direttiva del Comitato di Settore».

Così Antonio De Palma, Presidente Nazionale del Nursing Up.

«Tutto questo alla luce della prevista possibilità di dare finalmente un degno e meritato riconoscimento al nostro personale sanitario che svolge ruoli caratterizzati da elevata professionalità, e tra questi in primis gli infermieri. 

E’ compito della contrattazione collettiva rivisitare gli ordinamenti professionali, con l’obiettivo di valorizzare le posizioni e i ruoli non dirigenziali, per i quali siano richiesti i più elevati livelli di autonomia e responsabilità gestionali, e/o le più elevate competenze professionali e specialistiche.

Il Comitato di Settore ha confermato i contenuti della direttiva madre, quella di Brunetta: di conseguenza siamo di fronte a un contratto dal campo profondamente aperto, con le parti in causa chiamate a riconoscere agli infermieri e alle professioni sanitarie il posto che meritano nell’ordinamento contrattuale.Noi riteniamo che ci siano tutte le condizioni per riconoscere, agli infermieri, la collocazione nell’alveo contrattuale autonomo al quale hanno diritto, in quanto professionisti a tutti gli effetti.

Ma questo sarà anche il contratto che servirà finalmente a finalizzare le risorse ottenute, attraverso le nostre battaglie, ci riferiamo alle lotte e manifestazioni da noi portate avanti in tutte le piazze d’Italia nell’anno 2020, che ci hanno permesso di ottenere l’indennità specifica infermieristica e l’indennità per le altre professioni sanitarie. 

Parteciperemo a questa tornata contrattuale con la carica, l ’emozione e la grinta che ci contraddistinguono da sempre, forti del mandato delle migliaia di infermieri che, con noi nelle piazze, hanno combattuto fianco a fianco per chiedere ed ottenere l’indennità professionale specifica e che ora chiedono a gran voce quella valorizzazione contrattuale che non deve e non può più attendere». 

Redazione Nurse Times

Redazione Nurse Times

Leave a Comment
Share
Published by
Redazione Nurse Times

Recent Posts

AIFEC “Infermiere di famiglia figura ancillare al medico” in Lombarda. E la FNOPI?

L'AIFEC (Associazione Infermieri di Famiglia e Comunità) scrive ai vertici della regione Lombardia, agli Ordini…

12 minuti ago

In prima linea nella guerra contro il Covid-19: due infermieri spezzini nominati Cavalieri della Repubblica

Due infermieri spezzini e due medici impegnati in prima linea nella lotta al Coronavirus sono…

44 minuti ago

CIVES è da ora una Società Scientifica

Il Ministero della Salute, con determina del 23 Settembre 2021, ha inserito ufficialmente nell’elenco delle…

52 minuti ago

Covid, medico vaccinato muore a 35 anni: Gigi lascia la compagna incinta di 3 mesi

Era intubato da giorni al Gemelli, è morto nei giorni scorsi intorno alle 14.00 È…

1 ora ago

Blocco delle assunzioni in sanità, Nursind proclama lo stato di agitazione: “In Toscana mancano 3mila infermieri”

Il sindacato degli infermieri si scaglia contro il presidente Giani: "Si ostina a rifiutare lo…

2 ore ago

Ravenna: paziente cadde dal letto in pronto soccorso, oss a processo per lesioni

Non si sarebbe assicurata di avere correttamente agganciato, alzandola, una delle sponde laterali del letto…

2 ore ago