? Speciale CoronaVirus ?

Magrini (Aifa): “Pillola anti-Covid dopo Natale e ok Ema a vaccinazione dei bambini il 29 novembre”

Le anticipazioni del direttore generale dell’Agenzia Italiana del Farmaco su due temi di stretta attualità.

Ospite di e-VENTI, su SkyTg24, Nicola Magrini, direttore generale dell’Aifa, ha anticipato che la pillola per curare il coronavirus dovrebbe arrivare in Italia dopo Natale, mentre entro fine novembre è atteso il verdetto dell’Ema sulla somministrazione del vaccino anti-Covid ai bambini dai cinque agli undici anni. “Probabilmente il 29 novembre – ha detto – Ema deciderà su questa fascia d’età e il responso dovrebbe essere positivo. Poi arriveranno le politiche nazionali: in che modo l’Italia realizzerà la vaccinazione per questa fascia di popolazione”.

Advertisements

E ancora: “Questa fascia di popolazione ne trarrà beneficio. Non si fa solo per solidarietà o per ridurre la circolazione del virus. Andrà fatta una campagna informativa a riguardo, con tutto il garbo e la gradualità necessarie, per far capire a tutti il beneficio dei vaccini sui bambini. Gli studi sono sufficientemente ampi per dare dati sicuri di risposta immunitaria. Per la sua attuazione sarà molto importante il coinvolgimento di pediatri e medici di famiglia. La fiducia che occorre generare in tutti va progressivamente costruita”.

Quanto alla pillola anti-Covid (“Sarà disponibile nelle settimane successive al Natale”

), Magrini ha aggiunto: “Ci siamo attivati affinché la prenotazione di questi farmaci orali ci sia il prima possibile, e abbiamo stretto accordi in tal senso in questi giorni. La valutazione sarà compiuta nei prossimi giorni, anche a livello centrale dell’Ema”. I due farmaci in questione sono quello dell’azienda farmaceutica Merck e quello di Pfizer: “Hanno dato risultati più che promettenti. Un primo parere positivo è stato dato per avviare la prenotazione e l’acquisto appena possibile”.

Redazione Nurse Times

Redazione Nurse Times

Leave a Comment
Share
Published by
Redazione Nurse Times

Recent Posts

Gli infermieri eroi lavorano troppe ore: l’Asl di Torino non ha più soldi per pagare loro gli straordinari

Troppi infermieri effettuano ore di straordinario rischiando di mandare sul lastrico l’Azienda Sanitaria Locale di…

26/01/2022

Rinnovo contratto sanità. Fials “previsto incremento indennità pronta disponibilità di 8 centesimi ad ora: inaccettabile”

Fials, contratto sanità pubblica: aggiornamento sulla trattativa odierna Roma 26 gennaio 2022. Pronta disponibilità, lavoro…

26/01/2022

Coronavirus si trasmette ben oltre le distanze di sicurezza: la scoperta permetterà di ridurre il rischio infezione in ambienti chiusi

Arpa Piemonte e Università di Torino hanno sviluppato un nuovo metodo per il campionamento e l’analisi…

26/01/2022

Iniettava il vaccino nel batuffolo di ovatta per 150€: arrestati infermiere e operatore socio sanitario

Dopo i fatti di Palermo (vedi) e Trento (vedi) spunta un caso simile a Napoli…

26/01/2022

Milano, ospedale Galeazzi rinvia interventi a pazienti senza Green Pass rafforzato

E' quanto stabilisce una circolare dell’Istituto Ortopedico, firmata dal direttore sanitario Fabrizio Pregliasco e mostrata…

26/01/2022

Omceo Bari: sospesi altri 26 medici non in regola con l’obbligo vaccinale

BARI, 26 GEN - L'Ordine dei medici di Bari ha sospeso l'altro ieri altri 26…

26/01/2022