Infermieri

Figure sanitarie del 118 nelle Centrali operative d’Italia: al via la prima indagine comparativa Siems-Siiet

L’obiettivo è definire il quadro complessivo della situazione nazionale, per poi inviare ai decisori politici un documento organico sullo stato dell’arte del mondo dell’emergenza in Italia.

Quali sono le figure professionali sempre presenti nelle Centrali operative 118 d’Italia? Chi individua la destinazione ospedaliera del paziente? Gli infermieri del 118 sono autonomi nell’applicazione dei protocolli salvavita? Che tipo di formazione deve avere il personale sanitario che opera nel sistema di emergenza urgenza preospedaliero? A queste e ad altre domande cerca di rispondere la survey organizzata da due società scientifiche dell’emergenza, la Siems e la Siiet.

L’obiettivo dell’indagine è definire il quadro complessivo della situazione nazionale, evidenziando le singole realtà e le principali differenze, per poi inviare ai decisori politici un documento organico sullo stato dell’arte del mondo dell’emergenza in Italia. Il questionario è stato inviato a tutte le C.O., che stanno rispondendo con grande spirito di collaborazione. I risultati saranno elaborati e resi noti quanto prima.

“Sul territorio italiano – spiega Mario Costa, presidente Siems – la realtà organizzativa e gestionale dell’emergenza sanitaria in ambito pre-ospedaliero assume aspetti quanto mai diversi a seconda delle Regioni e spesso delle

Province. Ciò rende difficile non solo il confronto, ma anche il semplice sentire comune. Per questo, insieme a Siiet, abbiamo deciso di avviare uno studio comparativo sulle figure sanitarie del 118 che per la prima volta mette insieme i dati di tutte le Centrali 118 d’Italia. I risultati costituiranno il contenuto di un ‘Quaderno Siems/Siiet’ che verrà divulgato al mondo 118, alla stampa, ma soprattutto consegnato al ministro della Salute, alla Commissione Salute e ad altre figure istituzionali”.

Aggiunge Roberto Romano, presidente Siiet: “In un momento in cui si parla di riforma del sistema 118 in Italia crediamo che sia indispensabile avere a disposizione dati precisi, aggiornati e soprattutto omogenei a livello nazionale. Il nostro lavoro vuole essere un contributo a fare chiarezza in particolare sul ruolo che le figure mediche e infermieristiche svolgono in tutte le realtà regionali e provinciali italiane. Ringraziamo tutti coloro che hanno reso possibile avviare questa indagine, i cui primi risultati già disegnano un quadro per molti versi sorprendente”.

Redazione Nurse Times

Redazione Nurse Times

Leave a Comment
Share
Published by
Redazione Nurse Times

Recent Posts

Trento, caso Pedri: emergono maltrattamenti a medici e infermieri

La scomparsa della ginecologa forlivese ha fatto da detonatore per l'indagine che ha svelato le…

22/10/2021

Asl n. 5 Spezzino: avviso pubblico per 159 oss

In esecuzione della deliberazione del Direttore Generale n. 736 del 24/09/2021 è indetto avviso pubblico,…

21/10/2021

Pisa, identificati lieviti del pane che mostrano attività antinfiammatorie e favoriscono l’assorbimento dei minerali

Sono in grado di produrre alti livelli di acido linoleico coniugato e di acido propionico,…

21/10/2021

ASST Lariana di Como: concorso pubblico per 5 oss

Concorso pubblico, per titoli ed esami, per la copertura di cinque posti di operatore socio-sanitario,…

21/10/2021

Nelle scimmie un gene che intrappola virus come Hiv ed Ebola

La scimmia scoiattolo ha una variante del gene antivirale che funziona nelle cellule umane Scoperto…

21/10/2021

A.S.L. Alessandria: riapertura dei termini del concorso pubblico di 53 posti di Oss

Riapertura dei termini del concorso pubblico, per titoli ed esami, per la copertura di cinquantatré…

21/10/2021