? Speciale CoronaVirus ?

Coronavirus, lo studio da Singapore: “Variante Delta associata a maggiore gravità”

La vaccinazione si conferma comunque protettiva contro le forme gravi della malattia.

La variante Delta del coronavirus, divenuta ormai predominante, non è solo più trasmissibile, ma è anche associata a una maggiore gravità della malattia. La vaccinazione anti-Covid si conferma comunque protettiva contro le forme gravi della malattia. E’ quanto emerge da uno studio retrospettivo pubblicato su Clinical Infectious Diseases, i cui risultati suggeriscono la necessità di “una rapida attuazione dei programmi di vaccinazione”, come si legge nelle conclusioni del lavoro, condotto a Singapore mettendo a confronto le caratteristiche cliniche e virologiche delle varianti Alfa, Beta e Delta.

Lo studio ha esaminato i casi di 829 pazienti infettati da una delle tre varianti di preoccupazione (Voc) dal 20 dicembre 2020 al 12 maggio scorso, confrontandoli con quelli di 846 pazienti Covid ricoverati fra gennaio e

aprile 2020. I risultati, corretti tenendo conto di possibili fattori confondenti, indicano che la variante Delta è associata a un maggior rischio di polmonite, fabbisogno di ossigeno, ricovero in terapia intensiva o morte. Lo stato vaccinale è apparso correlato a una ridotta gravità di malattia.

Redazione Nurse Times

Redazione Nurse Times

Leave a Comment
Share
Published by
Redazione Nurse Times

Recent Posts

Covid-19, quasi 50.000 nuovi casi in UK ieri. Sotto accusa la nuova variante AY.4.2

Quasi 50.000 contagi ieri, oltre 200 morti oggi, al picco da marzo per quanto appesantiti…

19/10/2021

Psoriasi, identificati i fattori di rischio che ne favoriscono la comparsa

Su Alleati per la Salute è stato pubblicato un focus riguardante i trigger che possono…

19/10/2021

Infertilità femminile: iniezioni di plasma concentrato per favorire la gravidanza

La soluzione arriva dalla medicina rigenerativa. Se ne discuterà al prossimo Congresso Giovani SIMCRI. La…

19/10/2021

Vergallo (Presidente AAROI) sull’emergenza-urgenza “ci sono situazioni in cui gli infermieri possono praticare farmaci salvavita, senza sostituirsi al medico”

“Ci sono sistemi di emergenza-urgenza, in regioni come la Lombardia, l’Emilia Romagna, il Veneto e…

19/10/2021

Alopecia e vitiligine: i nuovi orizzonti della fotoprotezione a basso impatto ambientale

Ne hanno parlato i dermatologi della SIDeMaST, riuniti in streaming al loro 95esimo Congresso. Formulazioni…

19/10/2021

Menopausa: nuova terapia basata su combinazione di due ormoni naturali

Il 17 beta estradiolo e il progesterone micronizzato hanno una struttura chimica identica a quella degli ormoni…

19/10/2021