Coronavirus, l’Ema avvia la revisione di desametasone per il trattamento degli adulti che necessitano di supporto alla respirazione

La decisione è arrivata a seguito di una discussione preliminare con la task force dell’Agenzia europea per i medicinali sulla pandemia da Covid-19.

L’Agenzia europea per i medicinali (Ema) sta analizzando i risultati del braccio dello studio RECOVERY, che ha previsto l’uso di desametasone nel trattamento dei pazienti affetti da Covid-19 ospedalizzati. Questa parte dello studio ha esaminato gli effetti dell’aggiunta di desametasone alla terapia abituale negli adulti sottoposti a ventilazione invasiva

, in quelli a cui è stato somministrato ossigeno (ad esempio tramite maschera facciale) e in quelli a cui l’ossigeno non è stato somministrato. La ventilazione invasiva prevede l’uso di un macchinario che, attraverso un tubo, insuffla aria nelle vie respiratorie del paziente.

Advertisements

Nello studio RECOVERY sono stati registrati i decessi verificatisi nei 28 giorni successivi all’avvio del trattamento con desametasone. I risultati preliminari mostrano che, rispetto alla terapia abituale, desametasone:

• ha ridotto di circa il 35% la mortalità nei pazienti sottoposti a ventilazione meccanica invasiva;
• ha ridotto di circa il 20% la mortalità nei pazienti che ricevevano ossigeno senza ventilazione invasiva;
• non ha ridotto la mortalità nei pazienti che non ricevevano ossigenoterapia.

La revisione ha lo scopo di fornire un parere sui risultati dello studio RECOVERY e in particolare sul potenziale uso di desametasone per il trattamento degli adulti affetti da Covid-19. L’Ema fornirà ulteriori informazioni una volta completata la revisione.

Maggiori informazioni sul medicinale
Desametasone è un medicinale corticosteroide autorizzato nell’Ue dalle autorità nazionali competenti ed è disponibile da diversi decenni. Può essere assunto per via orale o endovenosa per il trattamento di una serie di condizioni infiammatorie e per ridurre la risposta immunitaria dell’organismo nel trattamento di allergie e di malattie autoimmuni. È anche utilizzato in associazione a farmaci antitumorali per il trattamento di alcuni tumori e per prevenire il vomito.

Maggiori informazioni sulla procedura
La revisione di desametasone è stata avviata su richiesta del direttore esecutivo dell’Ema ai sensi dell’articolo 5, paragrafo 3, del regolamento (CE) n. 726/2004, a seguito di una discussione preliminare con la task force dell’Ema sulla pandemia da Covid-19 (COVID-ETF), che riunisce esperti di tutta la rete europea delle autorità regolatorie dei medicinali per fornire consulenza sulle fasi di sviluppo, autorizzazione e monitoraggio della sicurezza di medicinali e vaccini contro Covid-19. La revisione è condotta dal comitato per i medicinali per uso umano (CHMP) dell’Ema, responsabile delle questioni relative ai medicinali per uso umano, che formulerà un parere scientifico nel più breve tempo possibile. Il parere scientifico sarà quindi reso pubblico e potrà essere preso in considerazione dagli Stati membri dell’Ue nella valutazione dei medicinali.

Redazione Nurse Times

 

Redazione Nurse Times

Leave a Comment
Share
Published by
Redazione Nurse Times

Recent Posts

Congresso Nazionale Fials: il sindacato lancia il movimento “Mai più Solo Eroi”

Carbone: Riempiremo le piazze devolvendo l’1% della quota di iscrizione per rimborsare i professionisti nelle…

16/05/2022

Tesi di laurea sull’assistenza infermieristica al paziente con delirium prima e durante la pandemia da COVID-19

NurseTimes è l’unica Testata Giornalistica Sanitaria Italiana (Reg. Trib. Bari n. 4 del 31/03/2015) gestita da Infermieri,…

16/05/2022

PSA (Antigene Prostatico Specifico) alto nel sangue: cos’è e come interpretare gli esami

Il test (o dosaggio) del PSA (Antigene Prostatico Specifico) è prescritto agli uomini per scoprire…

16/05/2022

Orbassano, scoperta nuova variante dell’emoglobina

L'identificazione è avvenuta grazie alla collaborazione tra il Centro Microcitemie e il Laboratorio analisi cliniche…

16/05/2022

Parkinson, intervento all’avanguardia di stimolazione cerebrale profonda eseguito al Policlinico Gemelli

Neuronavigatore, stimolatore innovativo, elettrocateteri direzionali, software per la verifica del posizionamento degli elettrodi: le strumentazioni…

16/05/2022

Linfomi non-Hodgkin, studio rivela efficacia di nuovo farmaco orale

Si chiama Zanubrutinib e ha prodotto ottimi risultati soprattutto nei pazienti con linfoma della zona marginale:…

16/05/2022