Massimo Randolfi

Un ordine di servizio agli infermieri “Causa Belen”: polemica per il protocollo per il parto della soubrette argentina

Un cartello apparso nel reparto di ostetricia e ginecologia dell’ospedale Giustinianeo di Padova, postato da alcuni utenti sui social network ha fatto piuttosto discutere.

Mentre l’Italia era intenta a festeggiare la vittoria del campionato europeo, Belen Rodriguez e Antonio Spinalbese festeggiavano la nascita del loro primo figlio, in un reparto blindato per l’occasione.

“C’è qualcuno che è nato adesso…” ha scritto la popolare showgirl argentina, mostrando la foto di un piedino della neonata.

Ma i molti utenti e dipendenti ospedalieri erano già stati avvisati della nascita della piccola, da un particolare ordine di servizio che ha modificato i piani di lavoro del reparto.

Un intero piano è stato dedicato alla showgirl, con tanto di ordine di servizio.

“Causa Belen e fino a nuovo ordine”

I pulsanti degli ascensori che generalmente conducono al terzo piano sono stati disabilitati, proprio perché l’Intera area è stata riservata alla celebrità.

Non è chiaro di chi sia stata questa idea, ne chi abbia firmato il documento. Sul foglio è infatti indicato solamente l’acronimo P. I.

L’unico comunicato relativo al lieto evento, da parte dell’amministrazione, è stato il seguente augurio:

“Ci fa molto piacere che la signora Rodríguez abbia scelto il nostro incantevole Delta per far nascere Luna MarìAuguriamo alla signora Belén Rodríguez e alla sua famiglia grande serenità prima e dopo il lieto evento”.

Non è chiaro quali siano state le indicazioni date al personale, che per il momento non è autorizzato a rilasciare dichiarazioni. Molto probabilmente si è trattato di un semplice protocollo per tutelare la privacy della figlia di un personaggio noto.

Dott. Simone Gussoni

Dott. Simone Gussoni

Il dott. Simone Gussoni è infermiere esperto in farmacovigilanza ed educazione sanitaria dal 2006. Autore del libro "Il Nursing Narrativo, nuovo approccio al paziente oncologico. Una testimonianza".

Leave a Comment
Share
Published by
Dott. Simone Gussoni

Recent Posts

Veneto, maxi compensi per i medici non residenti forniti dalle cooperative: per 66 ore di fila in P.S. guadagnano 6.600 €

Dalle colonne del Gazzettino arrivano alcune testimonianze di questo fenomeno in ascesa, nato per porre…

09/08/2022

Interazioni tra farmaci: uno strumento semplice permette di verificare subito la compatibilità

Somministrando due o più principi attivi contemporaneamente potrebbero verificarsi delle interazioni farmacologiche.

09/08/2022

Padel, aumentano gli infortuni: come prevenirli?

È uno sport divertente e ricreativo, praticato da sempre più persone, ma anche fisicamente impegnativo.…

09/08/2022

Sonnambulismo: tutto quello che c’è da sapere su questo disturbo del sonno

Conosciamo meglio il fenomeno grazie a un approfondimento di GVM - Care& Research. Il sonnambulismo…

09/08/2022

Coronavirus: conosciamo meglio il tampone rapido fai da te

Tutto quello che c'è da sapere sui test domiciliari acquistabili in farmacia e nei supermercati.…

09/08/2022

Malaria: speranze di eradicazione da nuovo anticorpo monoclonale

Si chiama L9LS e ha fornito riscontri positivi in uno studio di fase I pubblicato…

09/08/2022