Coronavirus, Emiliano alle mamme degli studenti pugliesi: “Non vi faccio tornare a scuola”

Il governatore dovrebbe emanare una nuova ordinanza per consentire alle famiglie degli alunni di elementari e medie di scegliere tra didattica in presenza e lezioni da casa.

“Non vi faccio tornare a scuola”. Lo scrive il governatore pugliese Michele Emiliano in un messaggio rivolto alle mamme che chiedono cosa succederà dopo giovedì prossimo, quando scadranno il decreto del premier Giuseppe Conte e l’ultima ordinanza sulle scuole firmata dallo stresso Emiliano.

E’ il quotidianio Repubblica ad anticiparne la volontà, che dovrebbe essere espressa attraverso una nuova ordinanza, sostanzialmente identica alla precedente. Se da Roma il nuovo decreto dovesse confermare la didattica a distanza per le superiori fino a gennaio, il presidente della Regione Puglia replicherebbe il provvedimento più restrittivo, che consente alle famiglie degli alunni di elementari e medie di scegliere tra didattica in presenza e lezioni da casa. Le scuole, dunque, dovrebbero continuare a garantire la didattica digitale integrata almeno fino a Natale.

Per oggi è previsto un tavolo a tema, convocato con i vertici dell’Ufficio scolastico regionale. Un dato certo c’è: nessuno vuole autorizzare il ritorno tra i banchi per tutti, almeno fino a gennaio. Dal 4 dicembre alle vacanze natalizie, del resto, passano appena un paio di settimane. 

Intanto la Federazione italiana pediatri (Fip) torna a chiedere di dedicare alle scuole alcuni ambulatori Asl, con giornate e orari riservati agli alunni. “Altrimenti, con l’arrivo dell’influenza, scoppierà il caos – ricorda il vicepresidente Luigi Nigri , perché i pediatri potranno fare i tamponi negli studi solo in due casi specifici: ai contatti stretti di positivi dopo dieci giorni per la riammissione a scuola e ai contatti blandi. Entrambi, però, asintomatici”.

Redazione Nurse Times

Redazione Nurse Times

Leave a Comment
Share
Published by
Redazione Nurse Times

Recent Posts

Perugia, chiusa l’Unità di degenza infermieristica: esulta Cimo Umbria

Marco Coccetta, segretario regionale del sindacato medico, esprime soddisfazione per la sentenza del Consiglio di…

07/12/2022

La dott.ssa Sepe presenta la sua tesi sul processo assistenziale infermieristico nel sistema di donazione e trapianto cardiaco

Grande successo per il nostro progetto editoriale denominato NeXT che permette ai neolaureati in medicina, infermieristica e…

07/12/2022

Puglia. Stabilizzazione degli infermieri e Oss precari: conclusa la riunione in regione

E' terminata poco fa la riunione in Giunta regionale in presenza dei sindacati sulla riorganizzazione…

07/12/2022

Napoli, sgominata banda di falsari: tra gli arrestati anche un medico e un infermiere

L’associazione a delinquere falsificava denaro e ogni genere di documento, compresi i certificati di vaccinazione…

07/12/2022

Palermo, causarono la morte di una donna con dose letale di vinblastina: sanitari condannati a maxi risarcimento

Il decesso di Valeria Lembo, colpita da linfoma di Hodgkin e deceduta per una chemio…

07/12/2022

Isola di Gorgona (Livorno), Nursind: “Infermieri del carcere sono ostaggi”

La segretaria territoriale del sindacato, Roberta Sassu, denuncia i pesanti disagi causati da un servizio di…

07/12/2022