Studenti

L’infermiere può fregiarsi del titolo accademico di Dottore?

Fabbisogno professioni sanitarie in calo per il 2016-17 (discesa record per gli infermieri)
Comments (4)
  1. Ylenia ha detto:

    Mi trovo pienamente d’accordo con quanto scritto nell’articolo, purtroppo sono gli stessi colleghi a giudicare negativamente coloro che si fanno chiamare dottori, additandoli come megalomeni.

  2. Francis Mendels ha detto:

    Ciao sono in parte d’accordo, ma mi viene di fare anche un altro tipo di riflessione, scusami se ni dilungherò troppo.
    Il sistema italiano ha scopiazzato l’Inghilterra e gli Stati Uniti trapiantando la “loro” figura di imfermiere moderno nel nostro mondo universitario, così in Italia la scuola per infermieri è diventata corso di laurea (il nostro modo di nobilitare le cose è infatti ficcarle tutte in università, dal conservatorio, alle accademie d’arte, al corso per ciabattino) e gli infermieri sono diventati tecnicamente dei “dottori”. Il mondo del lavoro e la nostra sanità pubblica, però, non hanno recepito per niente l’innovazione, anzi sono strutturati in modo da non aver per niente bisogno di questo nuovo (si fa per dire) modello d’infermiere. Inoltre ci si è messa di mezzo anche una crisi economica pazzesca e soldi per riforme vere non se ne vedranno per anni neanche da lontano. Vorrei ricordare a proposito di crisi economica che nel mio reparto il 50% dei medici (badate bene, specializzandi esclusi) sono assunti a contratto da libero professionista per 12 ore la settimana ma coprono tutti e più turni dei loro colleghi strutturati dipendenti, facendo dunque straordinari e turni di notte non pagati nella speranza di essere prima o poi assunti a tempo indeterminato (se uscirà mai un concorso). Praticamente lavorano più ore e sono meno pagati di me infermiere a tempo indeterminato (grazie a dio) da meno di un anno. In una situazione del genere, con sempre più medici disoccupati e con le pezze al culo, come possiamo sperare di infilarci a ricoprire posizioni di maggiore responsabilità e decisionalità sui pazienti? E mentre pulisco un vecchino di 90 anni imbrattato di merda che piagnucola chiedendomi scusa devo chiedergli, per favore mi chiami dottore? Infermiere Dottor Rossi Mario subito da lei!

  3. Vanessa Carullo ha detto:

    Salve, vorrei porre una domanda a riguardo. Ben mi sta di voler dare “a Cesare ciò che ė di Cesare” ma, dopo essere diventati equipollenti i titoli per gli infermieri con diploma superiore a cui hanno fatto seguito i tre anni di scuola infermiere e la laurea breve in scienze infermieristiche, si possono definire entrambi dottore? Se sono equipollenti ed in entrambi i casi si può accedere a master di specializzazione post-laurea, quindi si possono definire anch’essi dottori, giusto?
    Cordiali saluti

  4. Serena Bellin ha detto:

    Salve mi permetto di correggere il punto in cui si asserisce che l’infermiere svolge attività di pubblico ufficiale ” solo in caso di attività di triage “..in realtà esso è pubblico ufficiale ogniqualvolta rediga un referto ( cartella infermieristica, schede di valutazione assistenziali e tutti gli atti compilativi in generis).Saluti

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *