Infermieri

Un master per insegnare agli infermieri ad essere gentili con i pazienti debutta a Firenze

Un master finalizzato ad insegnare agli infermieri ed ai medici ad essere gentili con i propri pazienti debutta presso l’ospedale pediatrico Meyer di Firenze. L’obiettivo principale del percorso universitario sarà far imparare ad essere gentili con i pazienti.

Si tratta del primo corso di studi universitari in Italia sulla “gentilezza nella relazione di cura”. L’obiettivo del percorso aperto a medici, infermieri, pediatri e altri laureati nelle professioni sanitarie, che a vario titolo si occupano della cura dei bambini e degli adolescenti, è riportare “in ogni pratica medica l’attenzione profonda alle esigenze umane, e non solo cliniche, di chi si ha in carico, insieme alle loro famiglie”.

Coordinato dal professore Gabriele Simonini, partirà a febbraio del 2022 al Meyer Health Campus per la formazione e la ricerca, durerà un anno e tratterà di neuroscienze ed emozioni, umanizzazione delle cure, spiritualità laica della cura, con docenti provenienti dall’area biomedica, psicologica e della comunicazione.

Meyer ed Università degli Studi di Firenze-Dipartimento NEUROFARBA lanciano il Master di Primo Livello “La Gentilezza nella relazione di cura in età pediatrica”.
Si tratta di una iniziativa assolutamente unica nel suo genere, la prima in Italia: il direttore generale del Meyer, Alberto Zanobini, l’ha presentata questa mattina nell’ambito del Festival dell’Italia gentile in corso a Firenze.

Nell’ideazione del Master sono coinvolti specialisti del calibro di Daniel Lumera, fondatore del metodo My Life Design, autore di best seller e promotore del movimento Italia Gentile, e padre Guidalberto Bormolini, presidente dell’associazione Tuttoèvita Onlus.

Destinatari e obiettivi. Il Master si rivolge a tutti i professionisti che vogliono esplorare nuove possibilità nella relazione di cura con un approccio globale. L’obiettivo è formare professionisti del campo sanitario pediatrico al concetto di Cura globale per la persona, il cui volano sia la Gentilezza.

“Al Meyer crediamo fortemente nella Gentilezza come cifra dell’agire dei nostri

operatori – spiega Alberto Zanobini, direttore generale del Meyer e tra gli ideatori del Master – L’attenzione all’aspetto relazionale è e deve essere parte integrante del piano di cura e le specificità dell’area pediatrica – dove ad essere presa in carico è la famiglia intera – richiedono acquisizioni e modalità dedicate. Per questo siamo felici di lanciare questo Master, convinti che le competenze di gentilezza abbiano un valore trasformativo e un impatto protettivo e salutogenico”.

“Il Master, che rappresenta un ulteriore frutto della collaborazione fra l’Ateneo e il Meyer, si inserisce nella crescente attenzione che l’Università di Firenze rivolge alle medical humanities – commenta Andrea Arnone, prorettore vicario dell’Università di Firenze -. L’attenzione alla relazione assicura, infatti, una migliore capacità di gestione del problema sanitario, favorisce la fiducia nella figura professionale e comporta maggiore possibilità di successo nella cura”.

Il programma e i docenti. Dalle neuroscienze delle emozioni, all’umanizzazione delle cure, passando per la spiritualità laica della cura e per il mistero della malattia: verranno approfonditi molti temi funzionali a costruire una relazione autentica degli operatori sanitari con il bambino/adolescente e con il suo nucleo familiare.

I docenti provengono dall’Università di Firenze – dall’area biomedica, psicologica e della comunicazione –, dal pool di professionisti del Meyer e da alcune realtà che a diverso titolo hanno fatto della Gentilezza un valore fondante. Coordinatore del Master è il prof. Gabriele Simonini, professore di Pediatria generale e specialistica di Unifi.

Il Master, che comincerà a febbraio 2022, durerà 1 anno, con lezioni il venerdì e il sabato mattina, e avrà la sua sede al Meyer Health Campus, la grande struttura che il Meyer dedica alla didattica, alla formazione e alla ricerca.

Info pratiche. Il costo di iscrizione è di 1.500 euro. Per tutte le informazioni è possibile scrivere a gentilezza@meyer.it

Dott. Simone Gussoni

Dott. Simone Gussoni

Il dott. Simone Gussoni è infermiere esperto in farmacovigilanza ed educazione sanitaria dal 2006. Autore del libro "Il Nursing Narrativo, nuovo approccio al paziente oncologico. Una testimonianza".

Leave a Comment
Share
Published by
Dott. Simone Gussoni

Recent Posts

Opi Cosenza: “Basta con le assunzioni a tempo brevissime”

Il presidente Sposato invoca modalità di assunzione differenti da quelle adottate finora. “Assumere con modalità…

20/10/2021

Vaccino antinfluenzale: Protocollo d’intesa per la somministrazione in farmacia

Il testo dovrebbe arrivare già oggi sul tavolo di Governo, Regioni, Federfarma e Assofarm per…

20/10/2021

Covid-19, quasi 50.000 nuovi casi in UK ieri. Sotto accusa la nuova variante AY.4.2

Quasi 50.000 contagi ieri, oltre 200 morti oggi, al picco da marzo per quanto appesantiti…

19/10/2021

Psoriasi, identificati i fattori di rischio che ne favoriscono la comparsa

Su Alleati per la Salute è stato pubblicato un focus riguardante i trigger che possono…

19/10/2021

Infertilità femminile: iniezioni di plasma concentrato per favorire la gravidanza

La soluzione arriva dalla medicina rigenerativa. Se ne discuterà al prossimo Congresso Giovani SIMCRI. La…

19/10/2021

Vergallo (Presidente AAROI) sull’emergenza-urgenza “ci sono situazioni in cui gli infermieri possono praticare farmaci salvavita, senza sostituirsi al medico”

“Ci sono sistemi di emergenza-urgenza, in regioni come la Lombardia, l’Emilia Romagna, il Veneto e…

19/10/2021