Piemonte, Icardi: “Servono massicci investimenti per formare infermieri e medici”

La richiesta dell’assessore regionale alla Sanità è finalizzata alla realizzazione di case della comunità, centrali operative territoriali e ospedali di comunità.

Al termine della riunione della Commissione Salute svoltasi martedì a Roma, Luigi Genesio Icardi, assessore alla Sanità della Regione Piemonte, ha chiesto “massicci investimenti” per formare infermieri e medici di medicina generali necessari a realizzare “case della comunità, centrali operative territoriali e ospedali di comunità”. La programmazione regionale, da concordarsi con le università, “deve disporre di importanti finanziamenti aggiuntivi, in modo da soddisfare al più presto la domanda di professionisti del Servizio sanitario regionale”.

In particolare, Icardi ha posto l’accento sulla programmazione delle risorse umane, necessaria alla realizzazione del Piano nazionale di ripresa e resilienza (Pnrr) e alla completa ripresa delle attività ordinarie: “In questi mesi la Regione Piemonte si dibatte tra l’assenza di infermieri che, come noto, non si possono sottrarre alle Rsa a favore delle Asl e la cronica mancanza di altre figure professionali, tra cui i medici di medicina e chirurgia, di accettazione e d’urgenza (MeCau), indispensabili per la riapertura dei pronti soccorso e per la piena ripresa delle attività. Sono temi su cui è indispensabile quanto urgente il coinvolgimento dei livelli programmatori nazionali per evitare che la ripartenza della sanità sia strozzata dagli imbuti formativi”

.

In primo piano nella discussione in Commissione Salute anche il tema delle attrezzature sanitarie e degli interventi in edilizia sanitaria. “La Regione Piemonte – ha detto Icardi – ha recentemente riformulato gli aspetti finanziari sull’impegno delle risorse della Legge 448 del 1998, articolo 71, per nove importanti interventi di edilizia sanitaria, oggetto di incontro presso il ,inistero della Salute nelle prossime ore. Per l’occasione si tratterà anche della necessità di migliorare ulteriormente le norme relative al finanziamento degli investimenti da parte di Inail”.

Redazione Nurse Times

Redazione Nurse Times

Leave a Comment
Share
Published by
Redazione Nurse Times

Recent Posts

Veneto, maxi compensi per i medici non residenti forniti dalle cooperative: per 66 ore di fila in P.S. guadagnano 6.600 €

Dalle colonne del Gazzettino arrivano alcune testimonianze di questo fenomeno in ascesa, nato per porre…

09/08/2022

Interazioni tra farmaci: uno strumento semplice permette di verificare subito la compatibilità

Somministrando due o più principi attivi contemporaneamente potrebbero verificarsi delle interazioni farmacologiche.

09/08/2022

Padel, aumentano gli infortuni: come prevenirli?

È uno sport divertente e ricreativo, praticato da sempre più persone, ma anche fisicamente impegnativo.…

09/08/2022

Sonnambulismo: tutto quello che c’è da sapere su questo disturbo del sonno

Conosciamo meglio il fenomeno grazie a un approfondimento di GVM - Care& Research. Il sonnambulismo…

09/08/2022

Coronavirus: conosciamo meglio il tampone rapido fai da te

Tutto quello che c'è da sapere sui test domiciliari acquistabili in farmacia e nei supermercati.…

09/08/2022

Malaria: speranze di eradicazione da nuovo anticorpo monoclonale

Si chiama L9LS e ha fornito riscontri positivi in uno studio di fase I pubblicato…

09/08/2022