Obbligo vaccinale per gli over 50 in Italia: multe fino a 1.500 euro per chi non si adeguerà alla norma

Il governo ha approvato in Consiglio dei ministri le nuove norme anti Covid per rallentare la diffusione dei contagi in Italia. La principale novità riguarda l’introduzione dell’obbligo vaccinale per tutti gli over 50, anche per quelli che non lavorano, fascia d’età considerata più esposta al rischio di ammalarsi. Chi svolge una qualsiasi attività, sia in ambito pubblico sia in ambito privato, per poter lavorare dovrà esibire un Green Pass rafforzato, cioè il certificato che viene rilasciato solo dopo il vaccino o la guarigione dall’infezione, misura che partirà dal 15 febbraio. L’obbligo vaccinale, senza limiti d’età, è stato inoltre esteso alla categoria del personale universitario, che quindi viene equiparato a quello scolastico, per il quale l’obbligo di immunizzarsi è già scattato lo scorso 15 dicembre.

Ma cosa succede se non si rispettano gli obblighi previsti dal nuovo provvedimento? In caso di violazione, fanno sapere fonti di governo, sarà di 100 euro la sanzione amministrativa prevista per gli over 50 che non si adegueranno alle nuove norme. La sanzione prevista per gli over 50 che si recheranno al lavoro senza Super Green Pass

 resterà invece quella già prevista in relazione all’obbligo di Green pass: una multa da 600 euro a 1500 euro.
Advertisements

In una prima bozza del decreto era previsto anche l’obbligo del Super Green Pass per accedere ad attività commerciali e servizi, ma la norma è stata poi stralciata per la netta contrarietà della Lega, che aveva minacciato di non votare il decreto. Nella versione finale del testo viene stabilito che per accedere ai servizi alla persona, a banche, poste, uffici pubblici, negozi, centri commerciali, basterà il Green Pass base, quello che si ottiene anche con un tampone negativo.

La richiesta del Green Pass base non scatterà ovunque nella stessa data: per quanto riguarda i servizi per la persona, come parrucchieri, barbieri o estetisti, la misura entrerà in vigore dal 20 gennaio. Mentre per quanto riguarda le altre attività l’obbligo di certificazione verde base partirà dal 1 febbraio.

Redazione Nurse Times

Dott. Simone Gussoni

Il dott. Simone Gussoni è infermiere esperto in farmacovigilanza ed educazione sanitaria dal 2006. Autore del libro "Il Nursing Narrativo, nuovo approccio al paziente oncologico. Una testimonianza".

Leave a Comment
Share
Published by
Dott. Simone Gussoni

Recent Posts

Rovigo: Paziente azzanna il dito dell’infermiere quasi fino a staccarlo

La donna che sembrava tranquilla e quindi non era indicata nessuna contenzione ha letteralmente azzannato a…

22/05/2022

Medici e infermieri uscivano in orario di lavoro per fare una passeggiata o gite al mare: 90 gli indagati a Roma 

Sono quasi 90 tra medici e infermieri gli indagati agli Istituti Fisioterapici Ospitalieri (Ifo) di…

22/05/2022

La dott.ssa Venosa presenta la tesi infermieristica sulla Raccomandazione Ministeriale n.14

NurseTimes è l’unica Testata Giornalistica Sanitaria Italiana (Reg. Trib. Bari n. 4 del 31/03/2015) gestita da Infermieri,…

21/05/2022

Skin Tear: una nuova frontiera da esplorare

Nei reparti di Geriatria o nelle Residenza Sanitaria Assistita la presenza di lesioni traumatiche agli…

21/05/2022

Sempre meno laureati in infermieristica: -9% secondo Uneba

Trovare infermieri per le ospedali, Rsa e sociosanitario sarà ancora più difficile in Veneto, la regione…

21/05/2022

Calcoli della colecisti, Colecistite acuta, Calcoli biliari: sintomi, cause, diagnosi e terapia

La colecistite acuta è un'infiammazione della colecisti (denominata anche cistifellea) che, di solito, si verifica quando…

21/05/2022