Neoneur: il dispositivo in grado di valutare lo sviluppo neurologico del neonato analizzando il suo allattamento

Un’invenzione realizzata da un’infermiera ha ottenuto il primo premio nella competizione che viene organizzata ogni anno dall’Association for Women in Science-Central Jersey Chapter.

Il progetto che è valso l’importante riconoscimento ha portato alla realizzazione di “Neoneur”, un dispositivo in grado di analizzare e monitorare lo sviluppo neurologico dei neonati.

A dirigere il team di ricercatori è stata Barbara Medoff-Cooper, infermiera, PhD, e Professore Emerito presso la University of Pennsylvania and Nurse Scientist dello Children’s Hospital di Philadelphia 

Neoneur è uno strumento per misurare lo sviluppo neurologico del neonato utilizzando alcuni biomarkers basati sulle modalità adottate dallo stesso durante l’allattamento. Ciò permetterà di migliorare l’assistenza che potrà essere erogata ai bimbi prematuri e agli infanti a rischio per patologie che causano loro disfagia o ridotta assunzione di nutrienti.

La non corretta alimentazione del neonato è infatti una delle principali cause di ritardata dimissione dai reparti di Terapia Intensiva Neonatale e di Chirurgia Pediatrica.

Barbara Medoff-Cooper, PhD, RN, FAAN

Neoneur valuta sia lo sviluppo neurologico del neonato sia le capacità di alimentarsi misurando i parametri biometrici per coordinare le fasi dell’alimentazione orale (suzione, deglutizione e respirazione) evitando l’insorgenza di distress respiratorio.

La capacità di alimentazione per

via orale del neonato viene ovviamente governata istintivamente dal sistema nervoso centrale. In caso di nascite premature o particolari condizioni generiche, il cervello non raggiunge un adeguato sviluppo per garantire che questa abilità possa essere svolta in sicurezza.

Esistono già in commercio strumenti per misurare altri parametri nel neonato quali la capacità di termoregolazione e la funzionalità cardiovascolare e respiratoria ma, fino ad ora, non esisteva alcuno strumento per misurare la capacità di alimentarsi per via orale nel neonato.

Neoneur valuta se queste abilità del neonato siano presenti e se siano sufficientemente sviluppate per assicurare una nutrizione per via naturale senza incorrere nel rischio di distress respiratorio. Lo sviluppo di strumenti in grado di analizzare precocemente determinati parametri potrà aiutare alla diagnosi precoce di molte patologie infantili.

Neoneur è un dispositivo sicuro, facile da usare ed economico. Potrà essere utilizzato inizialmente durante la degenza ospedaliera per seguire poi il bimbo a casa, dopo la dimissione.

Simone Gussoni

Dott. Simone Gussoni

Il dott. Simone Gussoni è infermiere esperto in farmacovigilanza ed educazione sanitaria dal 2006. Autore del libro "Il Nursing Narrativo, nuovo approccio al paziente oncologico. Una testimonianza".

Leave a Comment
Share
Published by
Dott. Simone Gussoni

Recent Posts

“Domani arriverà” la realtà degli infermieri italiani nella pandemia

"Domani arriverà" è un libro dedicato a tutti gli operatori sanitari e a tutti coloro…

9 ore ago

Cancro polmonare e immunoterapia: lo studio

Conoscere l'assetto mutazionale dei tumori prima di iniziare i trattamenti oncologici è fondamentale. Un recente…

11 ore ago

Ricoverati per Covid: le coseguenze sui polmoni a un anno di distanza

A un anno di distanza, un nuovo studio ha dimostrato, che la maggior parte dei…

12 ore ago

Tirocinante riceve per errore 6 dosi di vaccino anti Covid-19: ricoverata in osservazione

Una studentessa del corso di laurea in psicologia ha erroneamente ricevuto sei dosi di vaccino…

12 ore ago

La coppia rientrata in Italia dall’India ora è grave in ospedale

Babbo Enzo, mamma Simonetta e la piccola figlia Mariam Gemma di 2 anni erano rimasti…

12 ore ago

Dolore da cancro: buona analgesia da combinazione ossicodone/paracetamolo a rilascio immediato

Lo rivela uno studio pubblicato su Cancer Management and Research. La prima analisi, tutta italiana,…

17 ore ago