Replica dell’IRCCS “de Bellis” in Puglia: Legittimo il metodo del sorteggio per conferire agli Infermieri “compiti referenziali” (sic!)

Non ci resta che trasmettere il “carteggio” cui ci siamo occupati al Ministro e al Ministero della Salute (Dipartimento di controllo degli IRCCS) per gli accadimenti che abbiamo descritto per ottenere le risposte che la Direzione strategica non ci concede

La replica dell’IRCCS “de Bellis” in Puglia: Legittimo il metodo del sorteggio per conferire agli Infermieri “compiti referenziali” (sic!)

Abbiamo dato seguito alla richiesta di esercitare il diritto di replica al DG dell’IRCCS di Castellana Grotte nel barese, in relazione agli articoli da Noi pubblicati su fatti e circostanze che direttamente e indirettamente rappresentano (a nostro avviso), motivo di “dileggio”, scarsa considerazione e avvilimento della classe professionale Infermieristica dell’Istituto Scientifico.

La nostra redazione non può rimanere insensibile a fronte delle innumerevoli segnalazioni pervenute che documentano di una amministrazione ostinata a ritenere la Professione INFERMIERISTICA, ancora oggi, una figura sanitaria ausiliaria cui spetta eseguire i “compiti” (indefiniti) decisi dall’autorità medica.

A conferma delle oggettive deduzioni cui siamo pervenuti, non solo i “fatti” raccontati in alcuni articoli (in allegato) ma anche le valutazioni e le considerazioni cui perviene lo studio legale incaricato dal DG dell’IRCCS Stallone Tommaso, con delibera n. 234 dell’8 aprile c.a. avente per oggetto: Tutela della legittimità amministrativa dell’Ente. Determinazioni.

Il DG Stallone, (a nostro avviso) improvvidamente, ha ritenuto di incaricare a spese dell’ENTE un legale, per “tutelare” quello che chiama “la legittimità amministrativa dell’IRCCS”, poiché, come egli afferma, i nostri articoli conterrebbero “espressioni lesive” della sua immagine.

Forse, una migliore analisi e approfondimento dei contenuti degli articoli contestati, mai contenenti affermazioni offensive e lesive dirette a Enti o soggetti ma conditi da una “sana” dose di ironia e satira giornalistica con una analitica e approfondita conoscenza delle norme che disciplinano e regolamentano l’ordinamento della professione sanitaria di Infermiere, avrebbero consigliato, sulla scorta degli argomenti proposti nei nostri articoli, azioni di valorizzazione e considerazione del personale infermieristico in attività presso l’IRCCS “De Bellis” .

Sarebbe bastato organizzare un “audit” con gli Infermieri, per ascoltare la loro voce e le loro lamentele, per pianificare azioni di sostegno, crescita e valorizzazione professionale anziché continuare a chiamarli impropriamente Infermieri Professionali, cosi esponendoli a pubbliche ironie.

L’avv.to del’IRCCS nella sua missiva prima afferma che l’Infermiere rappresenta:

…. omissis …..una vera e propria figura professionale autonoma per poi affermare che: …. omissis … i dirigenti (medici) di UU. OO. CC. possono procedere, in situazioni di assenza del coordinatore infermieristico, ad assegnare, nell’ambito della propria autonomia gestionale, a ciascun Infermiere COMPITI REFERENZIALI SPECIFICI …

Ci viene spontaneo chiedere: Cioè?

E … che dire delle diverse comunicazioni della Infermiera Coordinatrice (effettiva),  R. Di V., regolarmente protocollate dalla direzione strategica, che lamenta di essere “censurata” dal Dott. Cuppone che gli rifiuta la firma dei Turni di servizio da ella predisposti per sostituirli da altri da Egli predisposti?

Negli ultimi mesi è accaduto, per ben due volte, che i turni di lavoro predisposti dalla Infermiera Coordinatrice (effettiva) R.Di V. e dalla stessa sottoscritti, sono stati modificati dal Direttore del UOC, senza alcuna comunicazione alla stessa coordinatrice, con affissione degli stessi a firma unica in bacheca?

Il Direttore dell’UOC, è il padre padrone anche delle attività di responsabilità/competenza infermieristica?

E … che dire della definizione dell’Infermiere professionale che campeggia sulla Home page dell’Istituto a pubblicizzare corso di formazione ECM rivolto (sic!) agli Infermieri Professionali?

E …  che dire della falsa circostanza descritta dallo nota legale laddove si afferma che  sia stato effettuato il sorteggio (ritenuto trasparente e legittimo dall’Amministrazione)  per il conferimento d’incarico  di .. (sic)… referente coordinatore alla Sig. A.De.L.   Il sorteggio, non c’è mai stato!

 

Vièpiù che i documenti evidenziano inequivocabilmente che il dott. Cuppone ha effettuato la “nomina” senza nessun sorteggio eludendo ed escludendo  altresì dalla  (trasparente) partecipazione  alla selezione, un’altra Infermiera (T.R.)  ritenuta idonea ad essere investita della responsabilità/encomio (sic) di referente coordinatore.

Non ci resta che trasmettere il “carteggio” cui ci siamo occupati al Ministro e al Ministero della Salute (Dipartimento di controllo degli IRCCS) per gli accadimenti che abbiamo descritto per ottenere le risposte che la Direzione strategica non ci concede.

Attendiamo risposte rispettose a beneficio degli Infermieri dell’IRCCS e dei cittadini di cui gli stessi si prendono cura.

 

Redazione NurseTimes

 

Articoli correlati

L’IRCCS “de Bellis” in Puglia, fermo all’anno ’94 sul profilo degli Infermieri

Nomina del Coordinatore Infermieristico all’IRCCS “De Bellis” in Puglia. Il DG Stallone “Figura referenziale” (sic)

Infermieri coordinatori in Puglia, il caso dell’IRCCS “De Bellis”. AADI “Nomina Clientelare”

La nomina degli infermieri coordinatori in Puglia: il caso dell’IRCCS “De Bellis” di Castellana Grotte

Riceviamo e pubblichiamo: esercizio del diritto di replica in relazione agli articoli aventi ad oggetto l’operato amministrativo dell’Istituto di Ricovero e Cura a Carattere Scientifico “Saverio de Bellis”

 

 

 

Redazione Nurse Times

Leave a Comment
Share
Published by
Redazione Nurse Times

Recent Posts

“Domani arriverà” la realtà degli infermieri italiani nella pandemia

"Domani arriverà" è un libro dedicato a tutti gli operatori sanitari e a tutti coloro…

8 ore ago

Cancro polmonare e immunoterapia: lo studio

Conoscere l'assetto mutazionale dei tumori prima di iniziare i trattamenti oncologici è fondamentale. Un recente…

9 ore ago

Ricoverati per Covid: le coseguenze sui polmoni a un anno di distanza

A un anno di distanza, un nuovo studio ha dimostrato, che la maggior parte dei…

10 ore ago

Tirocinante riceve per errore 6 dosi di vaccino anti Covid-19: ricoverata in osservazione

Una studentessa del corso di laurea in psicologia ha erroneamente ricevuto sei dosi di vaccino…

11 ore ago

La coppia rientrata in Italia dall’India ora è grave in ospedale

Babbo Enzo, mamma Simonetta e la piccola figlia Mariam Gemma di 2 anni erano rimasti…

11 ore ago

Dolore da cancro: buona analgesia da combinazione ossicodone/paracetamolo a rilascio immediato

Lo rivela uno studio pubblicato su Cancer Management and Research. La prima analisi, tutta italiana,…

15 ore ago