Cittadino

Disfunzioni dell’ATM: sintomi, diagnosi e trattamento

Rilanciamo un approfondimento sul tema curato per GVM – Care & Research dal dottor Alessandro Nisio, coordinatore della Dental Unit del Città di Lecce Hospital.

Le disfunzioni dell’articolazione temporo-mandibolare (ATM) sono una delle principali cause di dolore e impotenza funzionale muscoloscheletrica. Interessano le articolazioni che uniscono, a destra e a sinistra del volto, le ossa temporali del cranio (quelle della zona laterale inferiore della scatola) alla mandibola, e sono responsabili dei movimenti mandibolari, coinvolti in funzioni molto importanti come la masticazione e il linguaggio. Il dottor Alessandro Nisio, coordinatore della Dental Unit del Città di Lecce Hospital, spiega quali sono i sintomi delle disfunzioni dell’ATM, come vengono diagnosticate e trattate.

Sintomi – Le cause dei disturbi temporomandibolari possono dipendere generalmente da tensioni muscolari e da problemi anatomici, e vengono influenzate da altri fattori tra cui traumi, serramento, bruxismo, disallineamento dei denti, infezioni, componenti psicologiche. I principali sintomi sono: rumori articolari (scatto o schiocco); limitazione funzionale (come difficoltà nell’aprire la bocca) e dolore; cefalea e indolenzimento.

Diagnosi – Con un’eziologia multifattoriale il percorso diagnostico-terapeutico delle disfunzioni dell’articolazione temporo-mandibolare coinvolge un’equipe multispecialistica con odontoiatra, gnatologo, fisioterapista e chirurgo maxillo-facciale. Per la diagnosi e per la pianificazione del trattamento, la Dental Unit del Città di Lecce Hospital è dotata di strumentazione di ultima generazione, che comprende l’elettromiografia di superficie (EMG) dei muscoli masticatori. Attraverso quattro sonde

wireless, applicate al paziente mediante elettrodi con gel e posizionate in corrispondenza dei principali muscoli masticatori (masseteri e temporali), si rilevano l’attività muscolare e la presenza o meno di prevalenza, torsioni, sbilanciamenti che possono essere la conseguenza o l’origine di disagi di varia natura e delle disfunzioni stesse.

Trattamento – L’equipe del Città di Lecce Hospital attua un approccio integrato e multidisciplinare per il trattamento della patologia dell’articolazione temporo-mandibolare. Tra le soluzioni, da personalizzare in base alle cause e ai disturbi, troviamo: placche di svincolo occlusali (bite/placche individualizzate); fisioterapia; terapia farmacologica (principalmente analgesici, ma anche miorilassanti e tossina botulinica); interventi chirurgici; terapia ortodontica.

Il servizio di fisioterapia dell’ATM è svolto da professionisti qualificati nel trattamento dei disordini cranio-cervico-mandibolari con manipolazioni ed esercizi per una terapia specifica e mirata alla risoluzione delle problematiche connesse alla disfunzione dell’articolazione temporo-mandibolare.

Redazione Nurse Times

Fonte: GVM – Care & Research

Redazione Nurse Times

Leave a Comment
Share
Published by
Redazione Nurse Times

Recent Posts

Covid-19:”In Gran Bretagna si rischiano fino a 100.000 casi al giorno”

Le vittime, oltre 200 al giorno, sono ai livelli di inizio marzo, ma la pressione…

20/10/2021

Sanità, Nursing Up “Più attenzione sulla violenza agli operatori sanitari”

Sanità, Nursing Up: «Nell’ambito della delicata costruzione del nuovo contratto della sanità, la violenza sugli…

20/10/2021

Antibiotico-resistenza, Brusaferro (Iss): “Abbiamo un piano per contrastarla”

Il presidente dell'Istituto Superiore di Sanità ne ha parlato durante il suo interveto all'evento dal…

20/10/2021

Violenza sugli infermieri: uno studio analizza le cause

Presentati alla Conferenza internazionale dell’American Academy of Nursing i risultati di CEASE-IT. CEASE-IT, studio multicentrico…

20/10/2021

Treviso, muore 14 giorni dopo il vaccino anti-Covid: autopsia esclude correlazione

A causare il decesso della 49enne Nadia Positello sarebbe stata un'embolia polmonare. Indagato per omicidio…

20/10/2021

Genova, mancano 300 infermieri al San Martino: via agli accorpamenti dei reparti

La carenza di personale, già cronica prima della pandemia, è aumentata con le sospensioni di…

20/10/2021