? Speciale CoronaVirus ?

Covid, Vaccinati e non vaccinati: i dati Iss

Anche le persone vaccinate possono contrarre il coronavirus, ma il rischio che la malattia evolva in modo grave è minore rispetto ai non vaccinati. È quanto emerge elaborando i dati dell’Iss relativi agli over 60. Intanto, secondo il bollettino del ministero della Salute del 24 ottobre, i nuovi casi di Covid-19 registrati nelle ultime 24 ore in Italia sono 3.725 (il giorno prima erano stati 3.908).

I tamponi processati nell’ultimo giorno sono 403.715, in calo rispetto ai 491.574 di ieri. Nel conteggio rientrano anche i test antigenici rapidi, oltre ai tamponi molecolari.

Advertisements

La percentuale di positivi – considerando il totale dei tamponi – è allo 0,9%, il giorno precedente era 0,8.

I decessi segnalati nell’ultimo bollettino sono 24, compresi alcuni riconteggi: ieri erano stati 39. Dall’inizio della pandemia, le vittime sono in tutto 131.826 e i contagiati ufficiali – compresi guariti e deceduti – 4.741.185.

In lieve aumento il numero di pazienti positivi ricoverati in terapia intensiva: sono in tutto 341. Rispetto al giorno precedente, nel saldo tra entrate e uscite, sono 3 i posti letto in più occupati in terapia intensiva.

Gli ingressi del giorno in terapia intensiva sono 18, ieri erano stati 20.

Ancora in lieve aumento il numero di pazienti Covid ricoverati nei reparti ordinari: sono 2.473, 18 in più rispetto a ieri.

Elaborando i dati dell’Iss e considerando i ricoveri per Covid tra gli over 60 – un dato che all’apparenza può sembrare lo stesso, ma che va spalmato su bacini completamente differenti come numeri totali – emerge che il rischio di finire in ospedale non è lo stesso tra vaccinati e non vaccinati: i non vaccinati, infatti, rischiano 9 volte di più.

Per gli over 60 non vaccinati, rispetto ai vaccinati con ciclo completo, il rischio di contagio è 4 volte più alto, quello di finire in terapia intensiva è 17 volte più alto e quello di morire 10 volte più alto.

Ultimi articoli pubblicati

Redazione Nurse Times

Leave a Comment
Share
Published by
Redazione Nurse Times

Recent Posts

La dott.ssa Lacerenza presenta la tesi “Donazione di organi a cuore fermo, anche un webinar può salvare VITE”

NurseTimes unica Testata Giornalistica Sanitaria Italiana (Reg. Trib. Bari n. 4 del 31/03/2015) gestita da Infermieri, quotidiano…

06/12/2021

CEPAS certifica insieme ad A.I.C.O. le competenze degli Infermieri di Camera Operatoria

Accordo fra CEPAS (Bureau Veritas) e A.I.C.O. Valorizzata la professionalità d’eccellenza su tutto il territorio…

06/12/2021

Concorso infermieri Puglia: ecco le nostre previsioni

Buone notizie per i 4.282 gli infermieri che hanno superato la prova orale del concorsone…

06/12/2021

Nanotecnologie e neuroscienze per lo sviluppo di protesi ottiche: sinapsi ibrida per curare le distrofie retiniche

Coordinato da IIT, il progetto HyVIS conta su un finanziamento Ue pari a 3 milioni…

06/12/2021

Gli infermieri che combattono eroicamente contro il Covid-19 saranno nel presepe fiorentino anche quest’anno

Anche quest’anno gli infermieri che combattono contro il Coronavirus saranno protagonisti dei presepi fiorentini. Firenze,…

06/12/2021

Roma, eseguito impianto di cellule staminali autologhe su ragazzo affetto da cecità monolaterale

L’Azienda Ospedaliera San Giovanni Addolorata di Roma è, ad oggi, l’unica struttura pubblica del Ssn…

06/12/2021