? Speciale CoronaVirus ?

Coronavirus, Moderna chiede a Ema di autorizzare il vaccino per gli adolescenti

La casa farmaceutica Usa vorrebbe estendere l’uso del suo siero anti-Covid alla fascia 12-18 anni nell’Ue. Stessa richiesta anche a Fda e Health Canada.

L’azienda farmaceutica Moderna rende noto di aver depositato la richiesta all’Ema per la commercializzazione condizionata nell’Unione Europea del suo siero anti-Covid anche per gli adolescenti.

Una richiesta basata sullo studio di fase 2/3 in ragazzi di età compresa tra 12 e meno di 18 anni negli Stati Uniti, dal quale è emersa, nei quasi 2.500 soggetti che hanno ricevuto il vaccino, un’efficacia pari al 100% quando si è utilizzata la stessa definizione di caso dello studio di fase 3 COVE negli adulti. È stata inoltre osservata un’efficacia del 93% nei partecipanti sieronegativi a partire da 14 giorni dopo la prima dose, utilizzando la definizione di caso secondaria di Covid-19 dei Centres for Disease Control and Prevention (Cdc)

, che ha testato una malattia più lieve.

“Siamo incoraggiati dal fatto che il vaccino di Moderna sia altamente efficace nel prevenire l’infezione da Covid-19 e Sars-CoV-2 negli adolescenti – ha dichiarato Stephane Bancel, Chief Executive Officer di Moderna –. Abbiamo inoltre richiesto l’autorizzazione a Health Canada, e richiederemo un’autorizzazione d’emergenza alla Fda degli Stati Uniti e alle agenzie di regolamentazione di tutto il mondo per questa importante fascia di popolazione. Restiamo impegnati a fare la nostra parte per aiutare a porre fine alla pandemia di Covid-19”.

Redazione Nurse Times

Redazione Nurse Times

Leave a Comment
Share
Published by
Redazione Nurse Times

Recent Posts

Ungheria: migliaia di infermieri in sciopero contro bassi stipendi e carenza di personale

Sono stati migliaia gli infermieri ad essere scesi in piazza in Ungheria, in una gigantesca…

33 minuti ago

Sanità. Prolungati i termini della Legge Madia

Passa al Senato la modifica della Legge Madia: prolungati i termini della stabilizzazione dei precari…

8 ore ago

Studio del cervello: sviluppata una nuova tecnica dall’Università di Firenze

Innovativa tecnica ottica per l’indagine macroscopica ad alta risoluzione. Pubblicazione su Nature Methods a cura…

21 ore ago

CDC: la variante Delta si diffonde con la stessa facilità della varicella e causa disturbi più gravi

La variante Delta del coronavirus, in aumento negli Stati Uniti, sembra causare disturbi più gravi…

21 ore ago

Essere infermieri nell’era post-pandemica: ampliamento degli ambiti di intervento e di attività

Punti di forza e criticità Essere infermieri oggi, nella manifestazione delle diverse funzioni e competenze…

21 ore ago

Rifiutano il tampone, chi sono i no-tamp?

Ad inizio pandemia in molti hanno avuto difficoltà ad abituarsi all'utilizzo quotidiano della mascherina, o…

22 ore ago