? Speciale CoronaVirus ?

Coronavirus e vaccinazione eterologa, per la Cts dell’Aifa “buoni risultati in termini di risposta anticorpale e sicurezza”

Nel patrere della Commissione tecnico scientifica dell’Agenzia Italiana del Farmaco si legge che “il mix vaccinale (prima dose con Vaxzevria e seconda con Comirnaty) ha presentato un profilo di reattogenicità che, seppure caratterizzato da una maggiore frequenza in termini di effetti collaterali locali e sistemici di grado lieve/moderato, è apparso nel complesso accettabile e gestibile”.

Si continua a parlare della vaccinazione eterologa con Pfizer o Moderna per gli under 60 che hanno ricevuto la prima dose con AstraZeneca, sodganata dalla Commissione tecnico scientifica dell’Aifa, la quale ha ritenuto che la seconda somministrazione con vaccino a mRNA possa avvenire a distanza di 8-12 settimane dalla somministrazione di Vaxzevria.

Advertisements

“Oltre che dalla plausibilità biologica che diversi metodi di espressione della proteina Spike nelle cellule del ricevente siano in grado di indurre risposte verso epitopi in gran parte sovrapponibili – si legge nel parere della Cts -, tale approccio è sostenuto dai dati clinici derivanti da due studi clinici pubblicati nelle ultime settimane e condotti rispettivamente in

Spagna (CombiVacS Study) e in Inghilterra (Shaw RH et al. Lancet 2021), che mostrano buoni risultati in termini di risposta anticorpale (CombiVacS) e sicurezza (in termini di accettabilità degli effetti collaterali)”.
 
E ancora: “A fronte di un rilevante potenziamento della risposta anticorpale ottenuta con la prima dose, suggestivo di un effetto booster, il mix vaccinale (prima dose con Vaxzevria e seconda dose con Comirnaty) ha presentato un profilo di reattogenicità che, seppure caratterizzato da una maggiore frequenza in termini di effetti collaterali locali e sistemici di grado lieve/moderato, è apparso nel complesso accettabile e gestibile. Sulla base di questi studi si ritiene che i dati disponibili possano supportare l’utilizzo del vaccino Comirnaty e, per analogia, del vaccino Moderna, come seconda dose per completare un ciclo vaccinale misto, nei soggetti di età inferiore ai 60 anni che abbiano già effettuato una prima dose di vaccino Vaxzevria”.

Redazione Nurse Times

Redazione Nurse Times

Leave a Comment
Share
Published by
Redazione Nurse Times

Recent Posts

Sanità. Falsi tamponi in farmacia per il Green pass: indagano i NAS

Truffa dei 'falsi positivi' in farmacie e punti tampone, sono in corso controlli dei Nas…

23/01/2022

ASL Modena: concorso congiunto per 26 infermieri. Al via le domande, gruppo Telegram con esercitazioni on line

Concorso pubblico, per titoli ed esami, per la copertura di ventisei posti di collaboratore professionale…

23/01/2022

Il governatore della Puglia Emiliano risponde agli infermieri vincitori e idonei del concorso 

Ringraziamo la disponibilità del presidente della Puglia Michele Emiliano che si è reso disponibile a…

23/01/2022

In Irlanda il Governo ha deciso di dare un incentivo a tutti gli infermieri! E in Italia?

Un riconoscimento che stenta ad arrivare in Italia, con il Nursind che dichiara lo sciopero…

23/01/2022

Il COINA contro la FNOPI: “Attacca la politica ma dimentica la propria grave inattività a sostegno degli infermieri”

ROMA – Iniziava poco credibile e tardiva, figlia quasi certamente della grave inattività della Federazione…

23/01/2022