Notizie primo piano

Concorso oss Liguria, Tar accoglie ricorso dei candidati esclusi dalla prova orale

La sentenza del Tribunale amministrativo si basa su un aspetto formale. Alisa valuta il ricorso al Consiglio di Stato.

Il Tar Liguria ha accolto il ricorso di alcuni candidati oss che non avevano superato la prova pratica del concorso per 274 posti a tempo indeterminato. La sentenza del Tribunale amministrativo si basa su un aspetto formale: il foglio fornito dalla commissione d’esame per formulare le risposte ai quesiti, oggetto di valutazione tramite lettura ottica, non sarebbe stato idoneo a garantire l’assoluta sicurezza della genuinità dell’elaborato.

Non concorda affatto Alisa secondo il quale la modalità operativa adottata sarebbe invece più sicura di quella auspicata dal Tar, poiché ogni candidato ha dovuto inserire sul proprio elaborato uno specifico e univoco codice a barre, fornito al momento della prova. Alisa sta quindi valutando di ricorrere al Consiglio di Stato per salvaguardare la procedura e delle aspettative dei quasi 2mila candidati ammessi all’orale. Tutto ciò, ovviamente, produrrà ritardi nei tempi di assunzione dei vincitori, che erano attesi per il prossimo 1° agosto.

Erano stati quasi

6mila gli iscritti alla preselezione, ma di questi se n’erano presentati meno di 3.700. Alla prova scritta, che consiste in un quiz a risposta multipla, sono riuscite ad accedere quasi 2.600 persone. Alisa, il Sistema sanitario della Regione Liguria, prevedeva di assumere almeno il doppio dei 274 iniziali: il concorso era stato indetto prima dell’emergenza Covid e nel frattempo le necessità si sono moltiplicate.

“Questi continui ricorsi – ha commentato il governatore e assessore regionale alla Sanità, Giovanni Totinon fanno bene al sistema e non fanno che rallentare le procedure di assunzione di chi sta aspettando da tempo di cogliere questa importante opportunità. Quanto accaduto comporterà un ritardo nella presa in servizio di figure professionali fondamentali per il funzionamento nel nostro Sistema sanitario regionale. Occorre un impegno da parte di tutti nel rivedere questi meccanismi, nel massimo rispetto dei principi di legalità e di regolarità amministrativa”.

Redazione Nurse Times

Redazione Nurse Times

Leave a Comment
Share
Published by
Redazione Nurse Times

Recent Posts

New York, linea dura contro i sanitari no vax: licenziamento e niente sussidio di disoccupazione

Medici e infermieri della Grande Mela che non si sono vaccinati con almeno una dose…

28/09/2021

Progetto cassia: telemonitoraggio smart di pazienti a rischio post ictus, testato durante il lockdown 2020

Presentato a Trieste Next il sistema di telemonitoraggio elaborato con il progetto Cassia utile durante…

28/09/2021

Niente dose di metadone: tossicodipendente vandalizza l’auto di un infermiere

E' accaduto nella cittadina sarda di Guspini. L'aggressore è stato denunciato per danneggiamento e minaccia.…

28/09/2021

Vamping: la “droga” notturna dei giovani. Omceo Venezia lancia l’allarme

Stando a unio studio condotto su 367 studenti di una scuola superiore di Conegliano, gli…

28/09/2021

Coronavirus, una famiglia di infermieri in prima linea: Mattarella premia 4 fratelli

Stefania, Maria, Valerio e Raffaele Mautone hanno ricevuto l’onorificenza del Cavalierato della Presidenza della Repubblica.…

28/09/2021

Covid, 22 morti in 2 Rsa nel Potentino: rinvio a giudizio per tre persone

Le persone coinvolte, che gestivano e dirigevano le due strutture di Marsicovetere e Brienza, sono…

28/09/2021