Colica renale ed analgesici. Nuove associazioni per il trattamento del dolore

La colica renale è per definizione un dolore acuto che viene riferito in regione lombare o addominale a seguito di calcoli che si formano a livello ureterale e che creano spasmo della muscolatura liscia del suo lume.

Oltre al dolore le  il quadro sindromico è vasto e soggettivo, infatti è possibile riscontrare segni tipici di attivazione del sistema simpatico (tachicardia) oppure nausea, vomito, disuria, tenesmo urinario, febbre….

Il trattamento della calcolosi renale è clinico/farmaxologico e la risposta ad analgesici ed antinfiammatori non sempre è positiva.

Gli analgesici in possesso sono di tipo ,non oppioidi, oppioidi deboli  ed oppioidi forti (morfina, metadone, fentanyl, ossicodone).

Uno  pubblicato sull’American Journal of Emergency Medicine ha palesato che l impiego di Ketorolac (generalmente utilizzato come analgesico nel post-operatorio e nelle coliche renali) ha dei risultati sorprendenti rispetto all’uso della Lidocaina.

 La lidocaina endovena rappresenta un’ alternativa agli oppiacei nei pazienti con colica renale, ma con effetti collaterali potenzialmente pericolosi. Infatti bloccando i canali del sodio viene principalmente usato per la gestione di eventi anti-aritmici, oltre che come anestetico locale.

Uno studio randomizzato a doppio cieco  condotto

su 150 pazienti (suddivisi in tre gruppi da 50) ha confrontato  l’efficacia analgesica:di una combinazione di lidocaina per via endovenosa (1,5 mg / kg) e ketorolac (30 mg). Non si sono verificati eventi avversi gravi in ​​nessuno dei due gruppi. Gli effetti collaterali comunemente riportati sono stati vertigini, nausea e mal di testa.

I risultati hanno suggerito che la differenza nei punteggi medi del dolore a 30 minuti tra i gruppi Lidocaina e Lidocaina / Ketorolac era di -2,89 (IC al 95%: da -4,39 a -1,39); tra Ketorolac e Lidocaine / gruppo Ketorolac era −0,92 (IC al 95%: da -4,44 a 0,61); e tra Ketorolac e Lidocaina era −1,98 (IC al 95%: da -3,69 a -0,27). 

La somministrazione di lidocaina / chetorolac per via endovenosa in pazienti con sospetta colica renale determina una migliore analgesia rispetto alla sola lidocaina.

CALABRESE MICHELE

Fonte:

www.ajemjournal.com

Michele Calabrese

Infermiere Magistrale in Scienze Infermieristiche ed Ostetriche, docente a corsi di formazione rivolti a personale sanitario e laico, in regime residenziale e non. Responsabile Scientifico, Moderatore e/o Relatore ad eventi, seminari e congressi. Infermiere presso P.T.S. 118 "Basilicata Soccorso", postazione INDIA. Revisore dei Conti e componente di Commissioni esterne Ordine delle Professioni Infermieristiche Barletta-Andria-Trani (O.P.I. BAT). Presidente Associazione Provinciale C.N.A.I. BAT (Consociazione Nazionale Associazioni Infermiere/i della BAT). Formatore O.S.S. ai sensi del DLgsR Puglia. Docente a contratto

Leave a Comment
Share
Published by
Michele Calabrese

Recent Posts

Il Covid 19 potrebbe infettare i testicoli

IlCovid-19 potrebbe provocare infezioni ai testicoli. A scoprirlo gli scienziati dell’Università del Texas Medical Branch…

2 ore ago

Allattamento: dieta e falsi miti

Quando si sta allattando, si può mangiare ciò che più si desidera, tuttavia è bene…

2 ore ago

Puglia, ipotesi stipula di protocollo d’intesa tra RSA e ASL per reclutare Infermieri: la Fials frena

Il Dipartimento salute della regione Puglia apre alle richieste delle RSA, incapaci di reclutare infermieri,…

3 ore ago

Arrestato medico assenteista: timbrava il badge e poi visitava in nero a domicilio

Accade a Figline (Firenze). Tutte le mattine il medico si presentava puntualmente in ospedale e…

3 ore ago

Amputazione della gamba a un 22enne per errore: 700mila euro di risarcimento

Il Giudice del Tribunale di Torino ha condannao Città della Salute a pagare oltre 700mila…

4 ore ago